fbpx
Politica

Borsellino (Sicilia Futura): “Villaseta da cittadella dello sport a cimitero degradato e abbandonato”

salvatore borsellino PDRIl Consigliere Comunale e Presidente della 1^ Commissione Consiliare Permanente di “Sicilia Futura” Salvatore Borsellino (in foto) interviene cosi:

Villaseta, quella che doveva essere la cittadella dello sport, fin dai tempi della frana, durante la quale con la legge n. 749 del 28/09/1966, si provvedeva al trasferimento degli abitanti disastrati nel nuovo quartiere di Villaseta e alla realizzazione di 310 alloggi, in un secondo tempo, a questo nucleo residenziale, si affiancarono delle attrezzature sportive di livello comprensoriale: campi da tennis, stadio, palestra, pista di atletica leggera, piscina coperta e, su alcune aree, nuovi spazi per i Vigili del Fuoco e la Pretura. Gran parte delle attrezzature citate, sono oggi mal gestite dall’amministrazione e poco utilizzate dalla collettività, ciò rende Villaseta non un punto di attrazione sportiva per la città di Agrigento, ma quartiere degradato e abbandonato a se stesso. Detto questo, egregio signor Sindaco, voglio che la sua attenzione orbiti anche nelle zone periferiche della nostra città. Agrigento non è solo San Leone o Viale della Vittoria. Le molteplici problematiche che assillano la nostra città si trovano in quegli spazi cittadini periferici dove le gestioni cieche ed apatiche delle vecchie istituzioni hanno sempre trascurato. La mia considerazione riguarda il campo scuola di atletica leggera di Villaseta (Parco del Mediterraneo) chiuso da oltre 25 anni. Mai nessuna manutenzione effettuata da parte del Comune.
Nessun finanziamento mai cercato dalle varie Amministrazioni, ed occorre una cifra di 1 milione di euro per rifare le piste realizzate oltre 35 anni or sono. Rivolgendomi al primo cittadino se ben ricorda, all’incontro organizzato dal Panathlon poco prima della sua elezione era anche emerso che per il campo scuola di atletica leggera, giacerebbero a disposizione del comune di Agrigento due finanziamenti, abbastanza fruttuosi che permetterebbero la sistemazione della struttura. Quando questa struttura fu costruita ha vissuto qualche anno di gloria divenendo un polo di aggregazione sociale rilevante per tutta la provincia. Purtroppo ad Agrigento le cose belle e utili durano poco ed è finita per diventare un giardino botanico popolato da piante selvatiche di svariate specie, per non parlare del campo sportivo di calcio e rugby, incompleto, divenuto una discarica a cielo aperto con degli spogliatoi ridotti in macerie.
Visti i sei mesi circa, trascorsi dall’atto del suo insediamento, chiedo a lei Sindaco Firetto, in quanto primo cittadino della nostra amata città di prendere provvedimenti atti a ripristinare i luoghi e renderli fruibili e vivibili a tutti i cittadini agrigentini e non solo. Villaseta va attenzionata e salvaguardata”, conclude Borsellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.