fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Boschetto di Maddalusa Luogo del Cuore del FAI. La Delegazione scopre targa ricordo

Si svolgerà domenica 14 novembre, alle ore 11, al Boschetto di Maddalusa ad Agrigento, la cerimonia di apposizione della targa “I Luoghi del Cuore” del FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Un evento fortemente voluto dalla Delegazione Fai di Agrigento, su proposta della delegata Ambiente Adriana Iacono, con il supporto del comitato Maddalusa ed Eurolingue School, per lo straordinario risultato che ha visto l’area naturale posizionarsi, con 3102 voti, al 131° posto del X° censimento nazionale “ I Luoghi del Cuore” promosso dal FAI.
“I Luoghi del Cuore” è il più importante progetto italiano di sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio che permette ai cittadini di segnalare al FAI attraverso un censimento biennale i luoghi da non dimenticare, come scriveva la compianta fondatrice del FAI, Giulia Maria Crespi: “E’ come se infinite piccole fiammelle venissero accese nelle città, nei paesi aggrappati alle colline, lungo le frastagliate coste, attraverso le pianure, in mezzo agli alberi dei boschi, lungo i fiumi. Sono quei luoghi che gli uomini hanno amato, vissuto, intravisto, sognato, con nostalgia ricordato”. .
Ed è, appunto, il caso di Maddalusa, come racconta meglio Adriana Iacono: “Un bosco che ha un valore ambientale ma anche storico e culturale importante. Si trova, infatti, in una zona archeologicamente rilevante, perché la foce del fiume era l’antico Emporium greco – romano che ha fatto la fortuna della città antica. Un piccolo angolo di paradiso, dunque, in cui fare magnifiche passeggiate circondati dalle fioriture primaverili e dal profumo della ginestra o confortati dall’ombra degli alberi e dalla brezza marina estiva. In inverno e in autunno si può godere della maestosità del silenzio e della imperturbata tranquillità del luogo, mentre in tutte le stagioni si possono ammirare magnifici tramonti sulla Vigata di Camilleri e sulle scogliere argillose del Kaos di Pirandello. Questo piccolo paradiso incompreso è purtroppo lasciato in uno stato di degrado e in vari momenti dell’anno viene sommerso dai rifiuti. Per questo motivo è importante fare qualcosa ora, prima che sia troppo tardi. Strappiamo il boschetto, la spiaggia, la foce del fiume e tutta la flora e la fauna che compongono questo microcosmo mediterraneo, all’incuria per restituirlo allo splendore a cui appartiene”.
Così, il capo delegazione FAI Agrigento, Giuseppe Taibi: “Nell’ultimo censimento de I Luoghi del Cuore, ben sei luoghi della provincia di Agrigento hanno ottenuto oltre 2000 voti e, dunque, hanno diritto di apporre la targa del FAI a ricordo del risultato. Dopo aver apposto la targa alla Scala dei Turchi, adesso è il momento di Maddalusa, il boschetto amato dagli agrigentini che ha raggiunto più di 3000 voti, in un momento in cui il FAI rilancia la propria attività a 20 anni dall’inaugurazione della Kolymbethra e mentre ripartono le Giornate FAI per le Scuole con ben 9 siti aperti in provincia. Il tutto si lega alla nuova mission del FAI, non solo valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico, ma uno sguardo all’ambiente come luogo di equilibrio tra uomo e natura. Ed il boschetto di Maddalusa è certamente questo esempio di equilibrio tra Uomo e Natura, con Agrigento che ottiene il lusinghiero 47° posto, prima in Sicilia, nella 28esima edizione del rapporto Ecosistema Urbano stilato da Legambiente in collaborazione con Il Sole 24 Ore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.