fbpx
Sport

Calcio: chi è il miglior calciatore in attività oggi?

Sarà capitato a tutti, mentre si discuteva di calcio, di trovarsi a dover rispondere alla fatidica domanda: qual è il calciatore più forte in circolazione? E, con ogni probabilità, le risposte avranno avuto due protagonisti assoluti: Messi e Cristiano Ronaldo. Sono loro due, infatti, che da oltre un decennio regnano sul panorama calcistico mondiale. Ma quale dei due è più forte?

Il clan Messi

Ad aggiungersi agli esteti del calcio che preferiscono la tecnica dell’argentino all’atletismo del portoghese c’è uno studio universitario. I ricercatori della KU Leuven University (Belgio) e la società olandese specializzata in dati e statistiche “SciSports” hanno provato a risolvere la questione attraverso un approccio più analitico. Le aziende hanno sviluppato un nuovo algoritmo per valutare l’impatto di un giocatore all’interno di una partita, escogitando così una formula per scoprire il giocatore migliore tra i due più grandi di tutti i tempi.

Il modello genera una valutazione chiamata Vaep (Valicing Actions by Estimating Probabilities), che indica in che modo le azioni di un giocatore contribuiscano al risultato, sia offensivamente che difensivamente. In questo modo, è possibile valutare le prestazioni di un giocatore e il suo contributo alla squadra in modo più dettagliato.

Seguendo questa formula, che ha analizzato i dati dalla stagione 2013/2014 a quella 2017/2018, Messi ha una media di 1,21 Vaep per partita mentre Ronaldo è a quota 0,61 Vaep. Quindi, da un punto di vista scientifico, Messi sarebbe più forte di Ronaldo.  Anche i dati statistici sono a favore dell’argentino. Per citarne qualcuno: più alto il rendimento di gol per partita (0.8 reti per match, contro le 0.69 di CR7), 7 le triplette segnate nelle competizioni UEFA da Leo, 6 invece quelle realizzate da Ronaldo. Il valore di Messi si attesta sui 120 milioni di euro, si ferma a 100 milioni invece il portoghese.

Ronaldo ha segnato più gol su rigore, ma Messi batte Cristiano sul numero di gol realizzati su azione. Cristiano Ronaldo è tanta palestra, moltissima dedizione, allenamento durissimo. Se è arrivato a questi livelli, sicuramente è grazie alla sua enorme tenacia. Tuttavia la condizione fisica di ogni essere umano è destinata a scemare nel tempo.

Messi invece è talento puro. Una forza della natura. Traspare genialità da ogni suo movimento. Anche lui ha alle spalle allenamenti e sacrifici, ma possiede quel dono divino che viene concesso davvero a pochissimi: È un fenomeno, un miracolo. Ronaldo costruito, Messi naturale. Come l’acqua.

Il clan Ronaldo

Detto di Messi, sono tanti quelli che pensano che Ronaldo sia più forte della pulce. Innanzitutto perché più duttile. L’arma a doppio taglio di CR7 è quella di saper ricoprire praticamente ogni ruolo in fase offensiva. Il suo ruolo naturale è quello di ala sinistra, posizione che ha ricoperto per la maggior parte della sua carriera, ma è in grado anche di giocare da ala destra o da punta centrale. Al Manchester United, Sir Alex Ferguson lo utilizzava come centravanti. In generale, Cristiano Ronaldo è un giocatore che si mette al servizio della squadra e che cerca di stabilire il giusto feeling con i suoi compagni.

Un grande campione si distingue anche e soprattutto sotto il punto di vista umano. Cristiano Ronaldo è un serio lavoratore che, come confermato da numerosi allenatori, ogni giorno è sempre l’ultimo a lasciare gli allenamenti. Al contrario di Messi, che – nonostante non abbia un comportamento esuberante – ha commesso molti errori, spesso evitabili. Il numero 10 del Barcellona è passato alla cronaca per i suoi problemi extra-calcistici, per i numerosi scandali che lo hanno coinvolto nel giro di questi anni. Inoltre, l’aspetto umano della Pulce ha avuto un peso specifico anche all’interno dello spogliatoio dell’Argentina. Dopo aver sbagliato il rigore decisivo nella finale contro il Cile, Messi annunciò di ritirarsi dalla Nazionale, per poi cambiare idea poche settimane dopo.

La bellezza di questa eterna sfida, oltre alle mere ragioni calcistiche, sta nei due uomini che si scontrano e sono consapevoli di cosa rappresentano e cosa stanno facendo. Eppure, nonostante il mondo del calcio sia pieno di questi episodi anche tra giocatori insignificanti, non abbiamo mai avuto uno scontro tra i due che non fosse con un pallone tra i piedi.

Ed anche questa stagione se la giocheranno sul campo. Molto dipenderà, se riprenderà la Champions League, chi la alzerà a cielo a stabilire qual è il calciatore in attività più forte. Fino a qualche settimana fa Cr7, a detta degli esperti di quote di NetBet scommesse, era favorito sulla Pulce a trionfare in Europa. Ci auguriamo sia di nuovo il campo a decretare questa eterna sfida tra due campionissimi del nostro tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.