fbpx
Salute

Calorie negative: dimagrire mangiando

bilanciaL’aggettivo “negativo” non è mai legato a qualcosa di buono! Anche se ripassando le regole dei segni un meno accostato ad un altro meno dà un segno più cioè positivo. Questo è ciò che avviene nelle diete! Tutti gli irriducibili del welness devono assolutamente sapere che esistono cibi a calorie negative.

Sembra incredibile, ma esistono in natura alcuni alimenti che non soltanto non ci fanno ingrassare se li mangiamo, ma che già durante la masticazione ci permettono di consumare più calorie di quelle che ci forniscono mangiandoli, stimolando opportunamente il nostro metabolismo. Non è un miraggio ma è una realtà supportata da studi e ricerche svolte dalla nutrizionsta Daisy Connor. Cosa ancora più sorprendende che tra i cibi “miracolosi” non sono compresi “magici” integratori o barrette sostitutive o compresse “brucia grassi”: si parla di frutta e ortaggi di uso e reperibilità comune purtroppo ancora troppo sottovalutati. Ecco un piccolo decalogo di alimenti a calorie negative.

Cibi a calorie negative: pompelmo giallo o rosa
È un alimento ottimo per la dieta poiché racchiude in sole 36 calorie il 78% della quantità giornaliera. Aiuta a saziare l’appetito per la sua grandezza ma è anche buono da bere come spremuta. Per chi non riuscisse a sopportare l’asprezza del pompelmo giallo, c’è sempre quello rosa, identico nelle proprietà ma più dolce nel sapore.

Cibi a calorie negative: mandarini e arance
Ricchi di vitamina C, essendo composti da un’elevata percentuale di acqua, sono uno spuntino veloce e dietetico per ogni momento della giornata. Le arance, come i mandarini, sono ricchissimi di vitamina C e contengono solamente 45 calorie.

Cibi a calorie negative: anguria
Anche in questo caso è l’acqua a farla da padrone, poiché è presente al 90% in questo frutto, gustoso e dissetante soprattutto nelle calde giornate d’estate. Un’altra proprietà molto importante nell’anguria è la sua azione diuretica, perfetta per chi soffre di ritenzione idrica.

Cibi a calorie negative: fragole
Le fragole sono stuzzicante e delizioso snack che può arricchire ogni vostro piatto a cominciare dalla colazione. È eccezionale, infatti, da gustare nello yogurt o con i cereali.

Cibi a calorie negative: carote e sedano
Fin da piccoli ci hanno detto che le carote fanno bene alla vista. Ebbene è vero, oltre ad essere uno stuzzichino tra i più piacevoli e dietetici, aiuta, insieme ai mirtilli, a mantenere una vista d’aquila.
Anche il sedano, oltre ad essere un aromatico condimento per molte pietanze, contiene un’alta percentuale di sodio ed è suggerito nelle diete da molti nutrizionisti e dietologi proprio per le sue proprietà dietetiche.

Cibi a calorie negative: cetrioli, lattuga e zucchine
Tra le verdure è importantissimo conoscere quelle composte in gran parte da acqua, in tal modo da sfruttarne appieno le sue proprietà. Il cetriolo è una di queste essendo costituito in gran parte da acqua.
Perfetto nelle insalate o da provare a merenda, il cetriolo può essere un ingrediente ideale da accompagnare con la lattuga, una verdura con pochissime calorie.
Non dimentichiamo, poi, le zucchine. Lo sapevate che in 100 gr di zucchine ci sono solamente 15 calorie? Eh già è proprio così, buonissimi piatti di zucchine cotte alla griglia o al vapore non aspettano altro che voi.

Cibi a calorie negative: il peperoncino
Da sempre utilizzato per condire piatti di ogni tipo, il peperoncino accelera il metabolismo ed è un ottimo sostituto per salse come tabasco o paprika che non fanno altro che minare la nostra linea.
La regola, che vale per tutti questi alimenti, è semplice: consumarli preferibilmente “nature”, senza condimenti grassi, o cotti al vapore. E, aggiungiamo noi, mangiarli senza sensi di colpa che (è provato anche questo) finiscono per predisporci negativamente e annullare gli effetti benefici di questi grandi doni di madre natura.

Marcella Lattuca
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.