fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Canicattì, busto dedicato alla memoria del beato Giudice Rosario Angelo Livatino in largo Savoia

Alla presenza delle maggiori cariche militari, civili e religiose sono intervenuti con i saluti di rito il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, il presidente della BCC San Francesco, Vincenzo Di Giacomo, l’artista canicattinese che ha realizzato l’opera bronzea, Lillo Costanza e, in rappresentanza del Presidente della Regione Nello Musumeci, l’Assessore delle autonomie locali e della funzione pubblica, Marco Zambuto.
“Credo che la giornata di oggi rappresenti un momento importante per la nostra comunità perchè con questo busto stiamo rendendo onore a un simbolo positivo del nostro territorio… Oggi possiamo affermare che il martirio del Beato Giudice Livatino è il simbolo di una voglia di riscatto e di rinascita di questo territorio. Il Giudice Livatino era un giovane servitore dello Stato, rappresentante la parte onesta di questo territorio. Sicuramente aveva accettato la sua sorte come prezzo da pagare per la vita che aveva scelto. Il suo martirio deve passare come un vero messaggio di speranze per costruire un futuro fondato sulla legalità e la vittoria come premio finale dello Stato, perchè con questo busto viene consegnato simbolicamente alla cittadinanza il valore della Giustizia. Dimostrando nei fatti che la scelta di stare dalla parte della legalità è sempre vincente ed è la via giusta per rendere la Sicilia una terra sempre più libera… A nome del Consiglio di Amministrazione, del Collegio sindacale, della Direzione Generale, di tutti i soci e dipendenti della Banca San Francesco, mi onoro di consegnare alla Città questo monumento affinchè rimanga vivo per le future generazioni”. Questo uno stralcio dell’intervento del presidente della BCC San Francesco che, cogliendo un’idea dell’Amministrazione Comunale, ha commissionato l’opera all’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.