fbpx
Regioni ed Enti Locali

Canicattì, l’Amministrazione comunale incontra i rappresentanti del CNA Sicilia

Si è tenuto stamani un incontro tra l’Amministrazione Comunale e i rappresentanti del CNA Sicilia (Confederazione Nazionale dell’Artigianato) che, preoccupati per i pesanti risvolti che le restrizioni imposte dai vari DPCM per contenere i contagi da covid 19 stanno avendo per l’intero sistema economico, hanno voluto esternare le loro inquietudini al sindaco, Ettore Di Ventura, e al presidente del Consiglio Comunale, Alberto Tedesco.
Nell’ambito della riunione, il presidente regionale Commercio e Turismo, Francesco Di Natale, ha presentato una proposta di piattaforma per la filiera agroalimentare Sicilia Next 2021 che sarà trasmessa a tutti i referenti politici del comparto sia territoriali, che provinciali, regionali e nazionali.
Nella nota si esprime forte apprensione per le condizioni drammatiche in cui versano il settore della ristorazione e dell’intera filiera che comprende il settore agricolo e quello di trasformazione, le aziende di catering, banqueting e tutto l’indotto che vive e lavora con eventi e cerimonie e, contestualmente, la determinazione ad avanzare proposte per il territorio regionale da inoltrare a livello nazionale improntate sui temi della protezione e della ricostruzione.
L’obiettivo è quello di dare sostegno alle imprese e programmare la ripartenza attraverso azioni specifiche.
I rappresentanti di CNA Sicilia hanno chiesto all’Amministrazione Comunale di rinnovare le iniziative già intraprese a favore delle attività commerciali in difficoltà per le misure covid, anche per il corrente anno.
Ricordiamo che lo scorso anno la G.M. aveva approvato delle agevolazioni fiscali quali lo sgravio della TARI e la concessione a titolo gratuito di una maggiore estensione delle aree antistanti le attività di ristorazione per consentire la riapertura nel rispetto dei parametri di distanziamento interpersonale.
Altra proposta avanzata dagli addetti ai lavori il prolungamento dell’orario di ingresso nei locali fino alle 21.00 nonché di chiusura delle attività entro le 22.00.
“Fermo restando il rispetto delle norme e delle disposizioni in materia si rendono necessarie delle misure che consentano all’economia locale e regionale non solo di sopravvivere ma di riprendere” commenta il presidente Di Natale.
Il sindaco e il presidente del C.C. si sono resi disponibili ad affrontare la questione e a trovare delle soluzioni che possano dare refrigerio ai commercianti e produttori locali. “Siamo vicini ai nostri produttori, artigiani e commercianti, nella piena consapevolezza che questa pandemia ha messo in ginocchi l’intero sistema economico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.