fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Canicattì, morì dopo aver ricevuto colpi in faccia: 29enne chiede giudizio abbreviato

E’ accusato di omicidio preterintenzionale dopo aver colpito con alcuni pugni in faccia il padre di un amico che, poche ore dopo, morì a causa di problemi cardiaci.I fatti sono avvenuti a Canicattì nell’agosto del 2015.

A finire nei guai un giovane 29enne agrigentino che ora chiede di essere processato con il giudizio abbreviato dopo quanto formalizzato nel corso dell’ultima udienza dai difensori.

Secondo la ricostruzione dei fatti, il giovane colpì l’uomo che era intervenuto in difesa del figlio dopo un dissidio con il primo. Secondo il pm titolare del fascicolo, il giovane deve essere processato per omicidio preterintenzionale e non per lesioni, come invece inizialmente ipotizzato.

Prossima udienza il 4 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.