fbpx
Politica

Cantieri di lavoro, Pullara: “pubblicato il bando, risultato arrivato dopo la nostra segnalazione”

“E’ stato pubblicato oggi sul sito del Dipartimento Lavoro il bando che riporta le procedure adottate per la presentazione delle istanze e la relativa modulistica per l’inserimento nelle liste del personale da impiegare nei cantieri di lavoro. Sorprende che questo risultato sia arrivato dopo la nostra segnalazione. Qualcosa non deve avere funzionato nell’organizzazione ed il tutto si è fermato ai soli annunci! Spero che questo incidente di percorso possa considerarsi concluso, il rispetto delle tempistiche, soprattutto in questo campo ed in questo periodo storico, è basilare.”

Interviene così l’On. Carmelo Pullara, Presidente e segretario organizzativo di Onda.

“L’assessore regionale al Lavoro Scavone annuncia oggi – continua il deputato -che è già disponibile nella sezione del dipartimento Lavoro del portale della Regione Siciliana la modulistica per l’inserimento nelle liste del personale da impiegare nei cantieri di lavoro. Bene, siamo però già in ritardo e nessuna delle parti coinvolte può permettersi questo lusso. Perché deve sempre esserci una segnalazione di un disservizio affinché la situazione si sblocchi?

L’Assessore regionale al lavoro Antonio Scavone aveva annunciato in pompa magna la riapertura dei termini per l’inserimento dei disoccupati nelle apposite graduatorie dei centri per l’impiego con compensi di 900 euro al mese, ma con la circolare del 28 aprile scorso si comunicava il rinvio della pubblicazione del bando a data da destinarsi. Così facendo-aggiunge Pullara- si alimentano le speranze annunciando la riapertura dei termini per l’iscrizione al bando dei cantieri di lavoro per poi assistere ad un dietrofront che lascia l’amaro in bocca, affidato ad un “il 28 aprile si comunica il dietrofront con un data da destinarsi”. Sono dovuto ricorrere – conclude il Pullara- ad una interrogazione per chiedere i motivi del rinvio. Basta con gli annunci fantasma la Regione si organizzi per tempo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.