fbpx
Regioni ed Enti Locali

Carenza idrica e stagione turistica: Tante case, tante idee incontra il Prefetto

In un momento in cui si parla di ripartenza, le strutture ricettive soffrono la carenza idrica. Nei giorni scorsi l’associazione Tante case, tante idee ha lanciato l’allarme e chiesto un incontro al prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa.

Ieri mattina, 22 giugno, si è svolto un proficuo incontro tra alcuni rappresentanti dell’associazione, presieduta da Domenico Vecchio, e il Prefetto. Nonostante le difficoltà, prima fra tutte la crisi idrica, in questo particolare momento, l’associazione Tante case, tante idee continua a credere nel territorio e nelle sue potenzialità. “Noi ci mettiamo la faccia- dice Domenico Vecchio- vogliamo rappresentare al meglio questo territorio. Il nostro appello è stato accolto dal Prefetto che ha ascoltato le difficoltà, le nostre esigenze che sono quelle dell’intera città, perché tutti soffriamo della carenza di distribuzione idrica. Solo se teniamo alta l’attenzione possiamo sperare di trovare una soluzione. II Prefetto ha ereditato una situazione che va avanti da anni e, da parte sua, abbiamo sentito che c’è chi sta lavorando per far fronte a questa emergenza evitando che continui a lungo e così poter offrire ai nostri ospiti il servizio che meritano”. A rappresentare i b&b del centro storico, Elvira Mangione: “Siamo fortemente preoccupati. Dopo un anno di pandemia stiamo facendo i conti con una carenza di acqua in un momento in cui riceviamo sempre più prenotazioni. Nel mio caso l’acqua viene erogata due volte a settimana e non riusciamo a superare il fine settimana.” A San Leone la situazione, già precaria, è peggiorata: “Siamo passati- dice Giuseppe Principato da due turni a settimana a un turno. Le prenotazioni sono ritornare ma ci troviamo a affrontare la stagione senza i mezzi basilari, come l’acqua, per poterla affrontare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.