fbpx
Regioni ed Enti Locali

Casteltermini, il Sindaco Gioacchino Nicastro ringrazia tutti per la riuscita della Sagra del Tataratà

“Carissimi concittadini, trascorsi i giorni della Festa di Santa Croce – Sagra del Tataratà 2019, è doveroso da parte mia e di tutta l’Amministrazione Comunale porgere sentiti ringraziamenti a quanti hanno collaborato fattivamente, a tempo pieno, affinché la manifestazione si svolgesse nel migliore dei modi”.

Lo scrive il Sindaco di Casteltermini, Gioacchino Nicastro, in una lettera destinata ai suoi concittadini.

“Il mio grazie va a S.E. il Prefetto di Agrigento e a tutti i componenti del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che mi hanno dato la possibilità di esprimere il mio pensiero e di tutti i cittadini castelterminesi sul valore storico, culturale, religioso che la Festa di Santa Croce – Sagra del Tataratà rappresenta per l’intero comprensorio. Il mio grazie va a tutte le associazioni di volontariato che hanno prestato la loro attività disinteressatamente, mettendola al servizio dei cittadini e dei visitatori: l’Unità Operativa Complessa C.O. SUES 118 CL-AG-EN e, nello specifico, il Direttore ed il Coordinatore della Centrale Operativa del 118 per le province di Agrigento e Caltanissetta, la Protezione Civile del Libero Consorzio della provincia di Agrigento, la Croce Rossa Italiana, le Giubbe Verdi sezione di Casteltermini, la Sicilia Soccorso di San Giovanni Gemini, la G.I.S.E. di Agrigento, le Giubbe d’Italia sezione di Agrigento e sezione di Santa Elisabetta”.

“Il mio grazie – continua Nicastro – va a tutte le forze dell’ordine presenti in gran numero: il Corpo di Polizia Municipale unitamente agli Ausiliari del Traffico, la Polizia Provinciale, l’Arma dei Carabinieri, il loro lavoro capillare ed il loro costante impegno sul territorio garantisce da sempre la nostra incolumità e la nostra sicurezza. Il mio grazie va agli uomini della Security: la loro vigilanza all’interno della manifestazione ha garantito serietà e serenità in entrambi i giorni della festa. Il mio grazie va alla mia compagine politica, che mi è stata vicina e di supporto 24h/24 nei momenti di crisi così come nei momenti di festa: #piùfortidiprima. Il mio grazie va al Distretto Sanitario di Casteltermini, al Direttore del Dipartimento di Veterinaria di Agrigento, al Coordinatore Sanitario dpV di Casteltermini, al Responsabile dell’Igiene Pubblica dell’ASP di Casteltermini. Il mio grazie va ai responsabili delle posizioni organizzative dell’Area 1 (Ammistrativa – Vigilanza), dell’Area 3 (Tecnica), dell’Area 4 (Protezione Civile – ARO) e a tutti i dipendenti comunali che hanno collaborato per la riuscita della festa. Il mio grazie va a Vincenzo Ballone, titolare della Ditta Edilceramiche, e al Dott. Giuseppe Fantauzzo, Veterinatio Ippiatra, ciascuno di essi con le proprie competenze ha collaborato attivamente e a titolo gratuito affinché venisse garantito il regolare svolgimento della festa”.

“Il mio grazie va ai ragazzi di EventoTV che con il loro lavoro incessante e continuo, anno dopo anno, permettono agli emigrati castelterminesi di essere presenti alla nostra festa, anche se solo virtualmente, e fanno sì che a Casteltermini giungano visitatori da ogni dove. Un lavoro veramente straordinario. Il mio grazie va ai componenti del Gruppo Folklorico Tataratà, presenti ed attivi durante l’arco di tutta la manifestazione, grazie per la loro disponibilità e per le loro esibizioni, che sono sempre garanzia di spettacolarità, folklore e partecipazione popolare. Il mio immenso grazie va a tutti i parroci e i diaconi che hanno sostenuto con le preghiere e con la loro presenza fisica tutti noi castelterminesi. La loro vicinanza ed il loro supporto in un momento così particolare hanno contribuito a far sì che la Festa di Santa Croce 2019 fosse qualcosa di unico ed irripetibile. Le parole da essi pronunciate hanno permesso alla nostra fede di rinnovarsi, facendoci apprezzare ciò che di più intimo e religioso rappresenti per noi la Croce. Non ultimi, ma volontariamente lasciati per ultimi perché mi dilungherò non poco, un immenso e sentito GRAZIE va a voi, miei concittadini, a voi che assieme a me ci avete creduto, a voi che portate avanti valori quali onestà, tradizione ed amore per la nostra festa e per il nostro paese. Siete stati voi i veri protagonisti della festa, voi che avete voluto porre al centro di essa la Croce, la nostra Santa Croce, da tempo oscurata dai ritmi serrati della festa. La Festa di Santa Croce – Sagra del Tataratà 2019 sarà ricordata per sempre come la festa della presa di coscienza, della riflessione e del risveglio, un risveglio della fede prima che culturale”.

“Non nego che anch’io mi ero un po’ assopito ed avevo accettato quel certo status quo che ti permette di delegare alcune mansioni. Prendendo le redini della festa e trascorrendo due giorni assieme a voi ed agli organizzatori mi sono reso conto realmente della sua complessità, della sua grande portata come vetrina per il nostro paese, di quanto sia importante per tutti noi ritrovarci almeno una volta l’anno a gioire del nostro passato ed al contempo programmare il nostro futuro.  Si è sempre detto che ci si debba mettere al lavoro già dal lunedì successivo alla festa per poter programmare al meglio la prossima. Ebbene, essere stato in mezzo alla mia gente in questi due giorni mi ha fatto capire quanto Casteltermini sia viva, forte e tenace. E soprattutto mi ha fatto capire i punti di forza ed i punti deboli della festa. Ne trarrò insegnamento e sin da subito mi adopererò affinché si apportino le modifiche necessarie. Ricominciamo da qui, con la nostra Santa Croce che vigila su di noi e che tutti protegge. La nostra Croce, un reperto di inestimabile valore religioso, storico e culturale, un unicum che dà il lustro che merita a Casteltermini”, conclude Nicastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.