fbpx
Politica

Casteltermini, impianto per il trattamento dei rifiuti solidi urbani: l’On. Pullara chiede incontro per valutare l’effettiva innocuità

“Sono stato sollecitato dagli amici della comunità di Casteltermini in particolare nella persona dell’ex assessore Totò Scozzari, Pietro Minardi e il consigliere comunale Vincenzo D’Urso preoccupati dall’impatto ambientale che potrebbe avere la realizzazione dell’impianto FORSU per il trattamento dei rifiuti solidi urbani”.
Ad annunciarlo è il deputato l’On .Carmelo Pullara capogruppo Popolari e Autonomisti all’Ars.

“Da una prima e sommaria attività che ho svolto nel venire in possesso di informazioni e dati sembrerebbe che i possibili principali impatti sull’ambiente sono stati eliminati e mitigati attraverso scelte progettuali. Ed inoltre, si tratterebbe di un impianto semisecco a biocelle, 36.000 t/a di cui 30.000 umido e 6.000 verde strutturante. L’impianto produce biogas da utilizzare come metano e energia elettrica. Ed ancora poichè manca la rete di metano si prevede la produzione di energia elettrica per alimentare l’impianto e il surplus da immettere in rete e cederlo all’ENEL con una produzione di energia elettrica annua 9 milioni di kWh di cui 3,3 per autoconsumo e 5,7 da immettere in rete”.

“Ciò non di meno visto che gli approfondimenti e la cautela quando si tratta della salute dei cittadini non sono mai sufficienti, ed avuto riguardo della modificazione al vertice del competente dipartimento rifiuti, ho ritenuto opportuno richiedere apposito incontro, che si svolgerà la prossima settimana, col nuovo direttore generale del citato dipartimento, Ing. Foti, affinchè anche alla luce delle sue precedenti esperienze professionali potesse valutare l’effettiva innocuità dell’impianto di trattamento rifiuti che si vorrebbe realizzare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.