fbpx
Regioni ed Enti Locali

CGIL, CIL, UIL: iniziative per il 70° anniversario della Liberazione e per il Primo Maggio

25aprileSono passati settant’anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e dalla Liberazione dal nazifascismo e mai come oggi la pace, bene prezioso donatoci dalla Resistenza italiana ed europea, è in serio pericolo.

Il nostro Paese è attraversato non solo da una gravissima crisi recessiva, ma da una caduta senza precedenti dell’etica pubblica, dal manifestarsi quasi quotidiano di gravissimi fenomeni di corruzione.
La conseguenza inevitabile di questa deriva è costituita da una perdita di fiducia, che vogliamo non irreversibile, da parte dei cittadini nei confronti delle istituzioni e della politica.
Il distacco sempre più preoccupante dei cittadini dalla “cosa pubblica” va superato con cambiamenti radicali di prassi, di costume, di modi di essere dei singoli, e con una politica dotata di progettualità che, richiamandosi ai valori della Resistenza, sia al servizio della collettività e del bene comune.
Al lavoro, valore fondante della Repubblica, deve essere restituito il suo ruolo e la sua dignità, eliminando il contrasto stridente tra i principi costituzionali e la durissima realtà del nostro Paese.
È indispensabile ribadire ancora una volta che i valori a cui ispirarsi sono solo e sempre quelli di una democrazia fondata sulla partecipazione, sulla divisione dei poteri, sul rispetto della persona umana, delle istituzioni, delle regole da parte di tutti.
Dobbiamo dedicare quindi questa giornata di festa non solo al doloroso ricordo dei caduti, ma anche all’impegno di tutti coloro che credono nella democrazia a realizzare i sogni, le speranze, e le attese dei combattenti per la libertà e di coloro che costruirono la nostra Costituzione.
Festeggiamo, dunque, un importante anniversario, ma impegniamoci a farlo con l’azione più forte, che è quella della partecipazione, per dare ai nostri giovani un futuro migliore”.

E’ con questo spirito, annunciano le sigle sindacali di CGIL, CISL, UIL e l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, che affrontiamo, anche ad AGRIGENTO, il 70° della Liberazione del Paese, con una serie di appuntamenti ed iniziative:

• Il 24 Aprile, a Porta di Ponte, dal tramonto, organizziamo un “happening” di musica, poesia e interventi vari sulla Liberazione.
Aperto al contributo di quanti (gruppi musicali, poeti, singoli artisti, uomini e donne di teatro) vorranno contribuire a dire la loro sulla Liberazione.

• Il 25 Aprile vi è la tradizionale manifestazione con la deposizione della corona di fiori al monumento dei Caduti, da parte delle Autorità Civili e Militari, a Villa Bonfiglio, preceduta dalla tradizionale Messa in suffragio.
Quest’anno la SS. Messa si terrà alle 9 nel Santuario di S.Calogero;

• Il 29 Aprile CGIL CISL UIL e ANPI terranno ad Agrigento, ore 16.30 Atrio Filippini* , una iniziativa-dibattito sul tema
“per il lavoro, l’uguaglianza, la solidarietà, la libertà, la Repubblica, la Costituzione”
cui interverranno i Segretari generali di CGIL, CISL e UIL Massimo Raso, Maurizio Saia e Aldo Broccio ed il Presidente dell’ANPI Angelo Lauricella;

• Il Primo Maggio “La solidarietà fa la differenza. Integrazione, lavoro, sviluppo. Rispettiamo i diritti di tutti, nessuno escluso”.
• E’ questo lo slogan scelto da Cgil, Cisl e Uil, per celebrare la festa del 1°maggio, che quest’anno si svolgerà a Pozzallo in Provincia di Ragusa e questo impone l’assicurare una presenza straordinaria da tutta la Sicilia,
In ragione di questo sforzo organizzativo quest’anno non riusciremo a garantire la nostra tradizionale presenza a Raffadali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.