fbpx
Politica

Covid, quarta ondata. Pullara: “gli sforzi ad oggi fatti vanno continuati”

“La quarta ondata è ormai purtroppo una realtà e riteniamo che gli sforzi ad oggi fatti vadano continuati e che tutta la sanità regionale, pubblica privata, debba essere coinvolta nella gestione ed argine non solo della pandemia ma anche e soprattutto nell’assicurare la ripresa di ordinari percorsi di cura”.

E’ il commento del vice presidente della commissione sanità on. Carmelo Pullara.

“L’allungamento delle liste d’attesa,- spiega Pullara- oltre ogni ragionevole immaginazione, e le code nei pronto soccorso oltre al sovraffollamento delle aree destinate all’osservazione “breve“, si fa per dire, richiederebbe un’approccio diverso da quello che sta avendo l’Assessore per la salute con l’interruzione dei rapporti a supporto assicurati dalle case di cura private e similari. Inoltre la decisione di chiusura ovvero ridimensionamento degli hub vaccinali è in questo momento assolutamente fuori luogo. Non solo per le ricadute negative sul piano della prevenzione e quindi delle vaccinazioni, ma anche per i lavoratori che si sono visti ridurre dall’oggi al domani le ore di lavoro del contratto sottoscritto. Abbiamo la sensazione che queste decisioni siano figlie di un possibile sforamento, pari a 700 mln di euro, che il ministero ha contestato all’Assessorato per la salute paventando tra l’altro l’eventuale avvio di un piano di rientro con la possibile conseguenza di un commissariamento. Per questo ho chiesto un’audizione urgente dell’Assessore Razza in VI commissione sanità che si terrà mercoledì pomeriggio p.v.. Ritengo che le scelte operate sono in questo momento assolutamente inappropriate. A quasi due anni dall’inizio della fase pandemica fronteggiamo con difficoltà la stessa ed al contempo non siamo riusciti a rimettere in moto ed in equilibrio il sistema sanitario ordinario, per non parlare della programmazione che ormai rimasta sulla carta. Se volessimo esprimere il concetto con una immagine calcistica è come se tutti i giocatori corressero dietro al pallone piuttosto che giocare nei propri ruoli correndo quando necessario e facendo girare il pallone quando non lo è. Mi auguro – conclude Pullara – che l’Assessore sia pronto a rivedere le decisioni prese sapendo ascoltare. Le decisioni prese in solitudine possono rappresentare un pericolo per tutti soprattutto quando chi le prende ha responsabilità non solo su se stesso ma collettive ed in questo la politica non centra nulla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.