fbpx
Curiosità

Curiosità: una Barbie per tutti, la famosa bambola mette il velo

Una Barbie per tutti i gusti, usi, costumi e religioni? La risposta è SI! Una giovane nigeriana, tal Haneefah Adam ha creato la Hijarbie.

Si tratta di una Barbie che indossa hijab, foulard colorati e lunghi abaya – tuniche di colore nero che coprono il corpo, lasciando scoperti solo testa, mani e piedi – tipici della cultura islamica. La nuova bambola ha già anche un’account su Instagram che porta lo stesso nome (@hijarbie), che è stato subito preso da assalto da cultori e non, vantando ad oggi 79,5mila follower. Nelle foto, la bionda bambola dagli occhi color cielo sfoggia una varietà incredibile di outfit, legati alla vita quotidiana e alle grandi occasioni.

«L’idea è nata dal desiderio di vedere una bambola vestita esattamente come me. Erano i tempi in cui mi trovavo in Gran Bretagna a studiare per il mio Master. Ci ho pensato per tre mesi. E quando sono tornata in Nigeria, ho subito comprato una Barbie e l’ho iniziata a vestire così» ha detto Haneefah Adam a “Mic”, una rivista di tendenza. È l’ideatrice stessa di Hijarbie a cucire gli abiti da farle indossare. La sua bambola è «modesta, con radici nella mia religione e identità culturale» ha detto alla CNN sottolineando il desiderio di voler dare un’altra opzione alle ragazze musulmane giacché «il modo in cui Barbie si veste è molto succinto e diverso».

L’arrivo di Hijarbie in Rete, non ha lasciato indifferente il popolo dei social. C’è chi si è subito detto entusiasta elogiando l’idea della Adam e chi, invece, ha preso le distanze. Tra consensi e dissensi, la Adam non si è fermata a rifare il guardaroba alla classica Barbie bionda-occhi azzurri. Con oltre cento differenti outfit, a indossare l’hijab sono anche le versioni con connotati riconducibili ad altre etnie, orientali e afro su tutte, e a donne e sportive ispirate alla vita reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.