fbpx
Regioni ed Enti Locali

Demolizioni, tensioni a Licata: la solidarietà del Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti

imbròRiteniamo che il compito Istituzionale della Polizia di Stato e delle forze dell’ordine sia il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica e quindi l’affermazione della legalità. I recenti episodi di violenza scaturiti dalla disperazione della gente ci addolorano profondamente, questo non vuol dire che taluni siano legittimati ad aggredire ed esercitare la propria rabbia contro le forze dell’ordine“.

Lo dichiara il segretario provinciale del Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti, Alfonso Imbrò (in foto), che aggiunge:

Coloro che si sono macchiati di reati per difendere un presunto diritto non sono affatto giustificabili, ci auguriamo che la giustizia faccia il proprio corso, i cittadini interessati dai provvedimenti dell’autorità giudiziaria devono comprendere il nostro ruolo ed avere la coscienza che protestare pacificamente è legittimo reagire con la violenza è un reato pertanto inaccettabile e sanzionabile“.
La nostra totale solidarietà ai nostri colleghi aggrediti e feriti, ci auguriamo che tali episodi non abbiano a ripetersi, chiederemo al Dipartimento ella Pubblica Sicurezza di potenziare i servizi di ordine pubblico nella città di Licata fino a quando i provvedimenti emessi dall’A.G. non si esauriranno“.

In questi giorni il Segretario Generale Provinciale Alfonso Imbrò si è recato presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Licata per portare il sostegno del Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti e subito dopo dal Questore di Agrigento dott. Mario FINOCCHIARO al quale sono state espresse alcune perplessità pur condividendo la linea gestionale dell’ordine pubblico in quel contesto lavorativo.

In occasione degli imminenti movimenti Ministeriali considerate le molteplici criticità operative ad Agrigento e nella sua provincia che finalmente il Dipartimento possa inviare un congruo numero operatori di polizia negli Uffici della Squadra Mobile e dei Commissariati di Licata, Canicattì, Porto Empedocle, Palma di Montechiaro e Sciacca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.