fbpx
Salute

Dieta salva linea prima di Natale: ecco consigli utili da seguire in previsioni delle grandi abbuffate

 

Ci siamo, manca pochissimo al Natale, non soltanto una festa religiosa ma anche una buona occasione per fare convivio, per stare assieme soprattutto attorno ad una bella tavola imbandita. Questo spesso fa rima con aumento di peso.

Sarebbe dunque buona norma, durante questi giorni che precedono il Natale, dimagrire in vista delle grandi abbuffate di pranzi e cenoni. L’errore più frequente che si tende a commettere in questo periodo per liberarsi di qualche chilo di troppo è tagliare in modo netto porzioni e calorie e puntare su diete drastiche. Il rischio? Ingrassare di più. Programmi alimentari troppo restrittivi hanno in realtà l’effetto contrario: spingono il corpo a consumare di meno e di conseguenza ad accumulare chili in più, rallentando il metabolismo, il meccanismo che consente di trasformare ciò che si mangia in energia. Per arrivare alle feste più in forma e dimagrire basta adottare delle piccole e semplici “strategie salva linea”. Vediamo quali sono:

Iniziate la giornata con acqua e limone

Scorie e tossine soprattutto durante i periodi di maggiore impegno per l’organismo come quello natalizio possono sovraccaricarlo e contribuire a rallentarne il metabolismo. Bere a digiuno prima di fare colazione un bicchiere di acqua calda e il succo di un limone, appena spremuto grazie a vitamine e micronutrienti apportati aiuta a liberarsi dalle sostanze di scarto in eccesso, stimolando il lavoro del fegato.

In ogni pasto puntate su una sola fonte di carboidrati

Per comporre menù equilibrati e sani componete ogni pasto principale della giornata (colazione, pranzo e cena) con un solo alimento ricco di carboidrati come i cereali integrali, la pasta, nutrienti essenziali per far funzionare in modo efficiente il metabolismo, abbinandolo ad altri cibi che contengono proteine, per esempio la carne, il pesce o le uova, che favoriscono la formazione di massa magra e a una bella porzione di verdure di stagione che saziano a lungo e favoriscono il lavoro del fegato, agevolando la depurazione.

Iniziate ogni pasto con le verdure

Un piatto di verdure di stagione, crude o cotte, consumato all’inizio di un pranzo e di una cena, facilita la gestione degli attacchi di fame che possono insorgere dopo la fine del pasto. Grazie alla loro ricchezza di fibre, rallentano lo svuotamento gastrico, riducono l’assimilazione di zuccheri e grassi e prolungano la sazietà. Aiutano, infatti, a tenere a bada i picchi glicemia (il livello di zuccheri nel sangue), che stimolano una maggiore produzione da parte del pancreas dell’insulina, l’ormone della fame.

Curcuma, cannella, zenzero e altre spezie oltre a dare un tocco particolare ai piatti, hanno pochissime calorie e sono degli ottimi sostituti di sale e zucchero, che consumati in eccesso favoriscono sovrappeso, gonfiore e altri disturbi. Inoltre, riducono la produzione di gas intestinali, responsabili del gonfiore e agevolano la digestione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.