fbpx
Cronaca

Due roghi nella notte distruggono auto nell’agrigentino: superlavoro per i vigili del Fuoco

E’ stata senza alcun dubbio, una nottata impegnativa quella scorsa per i Vigili del fuoco.

Ad impegnare i pompieri due incendi a poca distanza l’uno dall’altro. Il primo si è verificato a Licata, dove ad essere avvolta dalle fiamme è stata l’utilitaria di un agricoltore di 29 anni. I Vigili del Fuoco del distaccamento cittadino avrebbero lavorato per sedare il rogo che avrebbe annerito anche il muro dell’abitazione presso cui l’auto era parcheggiata. Sul posto anche i Carabinieri della locale stazione che hanno effettuato i rilievi di rito per meglio comprendere la natura del rogo, le cui cause potrebbero le più svariate. Solo qualche ora dopo riscatta l’allarme per i Pompieri che, questa volta si sarebbero spostati a Palma di Montechiaro, dove ad andare in cenere è stata la vecchia auto di un insegnante di 61 anni. Anche in questo caso, ore di lavoro da parte dei Vigili del Fuoco per sedare le fiamme ed evitare che continuassero a propagarsi alla vettura vicino. L’auto dell’insegnante sarebbe però andata distrutta. Anche in questo caso, gli agenti di polizia del locale commissariato, non escluderebbero nessuna pista anche se, sembrerebbe verosimile che potrebbe essere stato un corto circuito partito dalla vecchia utilitaria ad innescare l’incendio.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.