fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Due weekend insieme al FAI per riscoprire ed innamorarsi della bellezza dell’Italia in sicurezza

Al Giardino della Kolymbethra tutti i giorni dalle ore 10,00 alle 18,00. “Sogni? Sì sogni! A furia di sognare, si riesce a portare nel concreto ciò che si sogna.” Giulia Maria Crespi (6 giugno 1923 – 19 luglio 2020)

L’edizione 2020 è dedicata a Giulia Maria Crespi
Quest’anno l’appuntamento con l’Italia più bella si fa in 4! Per permettere a tutti di visitare in sicurezza 1.000 luoghi straordinari del nostro Paese, le Giornate FAI d’Autunno raddoppiano su due weekend: 17 e 18 e 24 e 25 ottobre.
Per garantire un sereno svolgimento delle giornate di manifestazione, dal 6 ottobre grazie a una donazione di 3€ sarà possibile prenotare la propria visita sul sito www.giornatefai.it. La prenotazione, seppur fortemente consigliata, non è obbligatoria. Oppure puoi scegliere di iscriverti al FAI prima dell’evento e garantirti l’accesso alle aperture riservate agli iscritti FAI. Sarà comunque possibile iscriversi al FAI anche in piazza durante i weekend dell’evento.

 

Programma di Sabato 24 e Domenica 25

Ore 10,00 Apertura giardino ed inizio accoglienza partecipanti.
Tutti i giorni:

Ore

10,15 – 13,15

15,00 – 18,00

 

Ogni mezz’ora

Visite guidate

 

“Paesaggio e Culture del Mediterraneo”

Una visita speciale alla scoperta di un’antica biodiversità coltivata in un sito archeologico di straordinario valore e ineguagliabile bellezza. Un luogo dove culture diverse e provenienti spesso da mondi lontani, hanno dato vita a un paesaggio che è viva testimonianza di antichi saperi..

 

A cura di: Marco Zicari, Agronomo.

 

Sabato 24

Domenica 25

Primo turno

Ore10,30

Secondo turno

Ore12,30

Su prenotazione

Laboratorio creativo

“Semi dal Mondo”

Visita guidata alla scoperta degli alberi del giardino mediterraneo della Kolymbethra. Segue un laboratorio creativo dove si potranno realizzare originali creazioni con semi provenienti da varie parti del mondo. Grazie a dei pannelli didattici che sarano illustrati da un’esperta Paesaggista, si potrà approfondire la conoscenza dei semi utilizzati, delle piante da cui derivano e degli innumerevoli e diversi usi tradizionali.

 

A cura di: Maria Ala, Resp.le Servizi Educativi Kolymbethra

 

Tutti i giorni:

Ore

11,30 – 12,30

Lavori agricoli tradizionali

“Le Saje e le Casedde”

l’irrigazione manuale, per scorrimento e sommersione, dell’orto e dei limoni.

 

A cura dei Giardinieri: Vincenzo Traversa,  Antonino Cuffaro

Domenica 25

Ore 11,30

Racconto itinerante in esclusiva per gli iscritti FAI

La riconquista del paesaggio perduto

Breve storia della rinascita di un antico agrumeto

con: Giuseppe Lo Pilato, Direttore del Giardino della Kolymbethra

 

Domenica 25

Ore 11,00 – 15,00

Spazio “Veduta Dioscuri”

Aperitivo di Mezzogiorno

a cura di Mediterraneo Yachting Club

 

Domenica 25

Ore 11,00 – 15,00

Spazio “Veduta Dioscuri”

 

PicNic con lo Street Food di Sicilia

 

Informazioni e prenotazioni:

www.giornatefai.it

Giardino della Kolymbethra, tel. 335-1229042, tutti i giorni  ore  10,30- 16,30.

Per i partecipanti alla manifestazione, a partire dalle ore 10,00 di ogni giornata, è previsto l’accesso gratuito al Parco della Valle dei Templi soltanto dall’ingresso di  Porta Quinta, in C.da Sant’Anna, dove  sarà attivato un Punto FAI con i nostri Volontari che accoglieranno i visitatori, eseguiranno i controlli anti-Covid19, ed accompagneranno i gruppi fino al cancello di ingresso della Kolymbethra.

La donazione di 3 Euro al FAI può essere fatta online, nel sito www.giornatefai.it oppure direttamente nei Punti Fai  presenti a Porta quinta ed all’ingresso della Kolymbethra. 

ATTENZIONE:
MASCHERINA OBBLIGATORIA
NON E’ CONSENTITA LA VISITA DELLA COLLINA DEI TEMPLI.
Chi desidera visitare anche la Valle dovrà accedere acquistando il biglietto di ingresso al Parco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.