fbpx
Apertura Speciale Elezioni

Europee 2019: potrebbero essere due gli agrigentini eletti

Dovrebbero essere due gli agrigentini eletti all’Europarlamento, almeno stando agli attuali risultati ed al netto dell’ufficialità dell’assegnazione dei seggi.

La Sicilia è inserita nel collegio “Italia Insulare”, che comprende anche la Sardegna: complessivamente, il primo partito di questo collegio è il Movimento Cinque Stelle con il 29% dei consensi, seguito dalla Lega al 22%, dal Pd al 18%, da Forza Italia al 14% e, tra i partiti che hanno superato lo sbarramento del 4%, a chiudere la lista è Fratelli d’Italia con il 7%.

Tra gli agrigentini, in due sono certi del seggio: si tratta di Annalisa Tardino, seconda nella lista della Lega con 32.767 preferenze, e Pietro Bartolo con ben 135.037 preferenze che lo portano in testa nella lista del Pd. Secondo dati non ufficiali, dovrebbero scattare due seggi a testa per Movimento Cinque Stelle e Lega e poi un seggio per gli altri quattro partiti oltre lo sbarramento.

Ecco perchè il secondo posto di Annalisa Tardino garantisce all’esponente licatese della Lega un posto a Strasburgo, anche perchè il primo nella lista è il leader del partito Matteo Salvini che probabilmente rinuncerà al seggio. Con il primo posto nella lista del Pd invece, Bartolo si assicura il seggio spettante al suo partito.

Per quanto riguarda gli altri agrigentini in lizza, il sindaco di Sambuca di Sicilia, Leo Ciaccio, nella lista del Pd ha ottenuto 11.711 voti, mentre Giorgia Iacolino nella lista di Forza Italia ha complessivamente 24.211 preferenze.

I due seggi spettanti ai grillini dovrebbero andare a Dino Giarrusso ed Ignazio Corrao, il seggio per Forza Italia invece in teoria dovrebbe andare a Silvio Berlusconi che però potrebbe optare per l’elezione in altri collegi e lasciare spazio a Giuseppe Milazzo, giunto secondo. Infine, per Fratelli d’Italia risulta in testa Giorgia Meloni ma, come nel caso di Silvio Berlusconi, potrebbe lasciare il seggio al secondo piazzato che in questo caso è Raffaele Stancanelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.