fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Ex antitracomatosario di Agrigento: una mail per il suo restauro

lillo_firettoUna mail per il recupero di un edificio storico di Agrigento. E’ ciò che chiede il sindaco Lillo Firetto per riportare a nuova vita l’ex antitracomatosario.

Un’iniziativa questa promossa dal Governo Nazionale che mette a disposizione fino ad un milione di euro per recuperare luoghi culturali dimenticati. Fino a domani, 31 maggio tutti i cittadini potranno segnalare un luogo pubblico da valorizzare e recuperare, ovvero un progetto culturale da finanziare scrivendo una semplice e-mail. Una speciale Commissione stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il Comune di Agrigento ha scelto di proporre il progetto di restauro dell’ex antitracomatosario antico edificio inutilizzato di proprietà comunale situato tra il complesso del Monastero di Santo Spirito e la via Atenea accessibile sia da via Orazio che dalla Salita Madonna degli Angeli e da via Argento.

Il grande immobile venne acquisito dal Comune nel 1867 e nel 1920 venne destinato alla cura delle malattie veneree delle prostitute mentre nel 1921 il filantropo agrigentino Sac. A. Di Piazza finanziò la realizzazione di un centro antitubercolare. Per il recupero di questo edificio il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, invita gli agrigentini ad inviare una e-mail a bellezza@governo.it con questo breve testo: “Vorrei che venisse recuperato l’ex antitracomatosario di Agrigento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.