fbpx
Cultura

“Fake news e misinformation”: al Polo Universitario si presenta “Giornalismi” di Pira e Altinier

Francesco Pira

Francesco Pira

“GIORNALISMI. La difficile convivenza con fake news e misinformation”. E’ il libro del professore e giornalista Francesco Pira scritto con Andrea Altinier che verrà presentato presso l’Aula Magra “Luca Crescente” del Consorzio Universitario di Agrigento giorno 27 settembre 2018 alle ore 17.

La nostra società sempre più in evoluzione, ha segnato un forte cambiamento nel mondo dell’informazione, del giornalismo e di tutta la comunicazione in senso generale, che coinvolgono quasi tutta la totalità del globo tramite piattaforme multimediali social network e applicazioni di facile consumo ed utilizzo, che riguardano il mondo degli adulti ed in special modo quello dei ragazzi.

Spesso però, ci si trova a fare i conti con realtà distorte, comunicazioni false , fake news che danno vita ad altri generi di informazioni più o meno dannose. Qualche volta al limite della legalità, altre, oggetto di indagini delle forse dell’ordine, proprio per “Il danno” indotto.

Purtroppo gli obiettivi più facili da raggiungere sono proprio i ragazzi che fanno un uso quotidiano, talvolta smodato dei social, non sapendo talvolta come gestire fenomeni che diventano, loro malgrado, di dimensioni sempre più grandi.

Sappiamo tutti che le cronache sono piene di gesti estremi da parte di personaggi, persone comuni e ragazzi vittime delle fake news, cyberbullismo, del sexting e del cutting.

Il mondo dell’informazione viene talvolta mistificato, falsato e condiviso da persone che si improvvisano esperti di comunicazione, mentre dovrebbe essere presidio dei giornalisti che per codice etico, sono tenuti a controllarne la fonte e la veridicità di notizie, filmati etc.

Il sociologo e giornalista Francesco Pira nel suo libro “GIORNALISMI – La difficile convivenza con Fake News e Misiformation” (LibreriaUniversitaria.it pagg 152 euro 12,90), scritto a quattro mani con Andrea Altinier, racchiude in un esagono le fake news: appeal, flussi, viralità, velocità, crossmedialità e forza. È solo il 22% a non essere caduto nella trappola. La soluzione, però, non è solo il controllo delle fonti, ma costruire un controflusso di informazioni e contenuti in grado di sconfiggere le menzogne.

“È un progetto – spiegano i professori Francesco Pira e Andrea Altinier autori del volume- che parte non solo dall’amore verso la comunicazione, ma da un lavoro di analisi e ricerca durato quasi due anni per individuare case history, teorie nuove, ricerche sui trend e sul consumo dei media per accendere le luci su un mondo in costante cambiamento e che richiede sempre più competenza e professionalità. I media tradizionali non sono morti, ma si possono salvare solo puntando su qualità, inchieste e approfondimento” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.