fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Farmaci senza fustelle e ricette precompilate: parte il processo per farmacista e medici

tribunaleFarmaci venduti in parafarmacie senza fustelle con lo scopo di accrescere il proprio volume d’affari. Sarebbe questa l’accusa nei confronti di un farmacista agrigentino titolare di una farmacia nell’agrigentino e di alcune parafarmacie, dopo quanto scoperto dai Carabinieri del Nas che ora ricostruiscono l’intera inchiesta in Tribunale.

Parte così il processo per la presunta truffa nella vendita dei farmaci con l’audizione dei primi testi. Indagate dieci persone, fra farmacisti, medici e collaboratori. Per l’accusa vi era un “sistema” che prevedeva di staccare le fustelle dalle scatole dei farmaci per ottenere il rimborso del Sistema Sanitario Nazionale, e poi rivendere “sottobanco” gli stessi farmaci.

Il tutto con la complicità di alcuni medici compiacenti che “staccavano” alcune ricette all’insaputa dei loro assistiti.

Secondo quanto affermato dal luogotenente dei Nas in aula, dopo le verifiche sarebbero stati trovati farmaci senza fustelle e ricette mediche firmate, già precompilate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.