fbpx
Apertura Politica

Favara, la mozione di sfiducia non passa: Anna Alba resta Sindaco

Il voto ha comunque decretato la fine dell’esperienza amministrativa del monocolore pentastellato che si appresta a cambiare colorazione, come d’altronde è successo a livello nazionale, e vada verso un azzeramento o quanto meno una rimodulazione della Giunta che potrebbe essere appoggiata da una nuova colazione che non possiamo definire maggioranza, poiché non ha i numeri in Consiglio.

Se l’esito negativo nella Mozione appariva scontato, il voto di ieri sera ha riservato una piccola sorpresa. Piccola nei numeri ma importante sul piano politico. Non tanto il fatto che Anna Alba non ha più una maggioranza numerica in Consiglio comunale, o perché l’opposizione non è stata compatta, questo lo sapevamo. Il voto ha mostrato le due anime dl PD, con il Circolo che decide per l’astensione, così si è espresso il consigliere Castronovo, e con Laura Mossuto che invece vota la Mozione.

Ma ecco il risultato finale. A votare SI alla sfiducia gli 11 consiglieri proponenti, 7 dello stesso Movimento 5 Stelle (Calogero Pirrerra, Giuseppe Sorce, Carmelo Sanfratello, Giusy Sciara, Carmelo Costa, Massimo Liotta e Danila Baio) e 4 del Gruppo Misto (Vito Maglio, Sergio Caramazza, Marilì Chiapparo e Rossana Castronovo), ai quali si sono aggiunti i voti favorevoli di Laura Mossuto e Salvatore Giudice.

A supporto della sindaca Anna Alba gli altri 7 consiglieri pentastellati (Selenia Failla, Carmelina Cusumano, Marianna Fallea, Giuseppe Bellavia e il presidente Salvatore Di Naro) con loro il consigliere Antonio Scalia. Il consigliere del PD Calogero Castronovo, come dicevamo si è astenuto. Assenti fin dall’inizio della seduta il vice presidente Giuseppe Nobile Salvatore Fanara che hanno preferito non partecipare al voto.

Presenti tra il folto pubblico anche l’ex sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, l’ex sindaco di Casteltermini Filippo Pellitteri.

Ad inizio seduta la consigliere Laura Mossuto chiede di rivolgere un pensiero e la vicinanza alla popolazione del Kurdistan martoriate da attacchi e violenze inaudite. Antonio Scalia chiede un minuto di silenzio per la morte sul lavoro di un operaio favarese deceduto a Pisa.

SiciliaOnPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.