fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Favara, Sindaco a domicilio: “le domande le so tutte, sono le risposte…”

Anna Alba, sindaco a domicilio” è titolo di un articolo a firma di Giuseppe Moscato pubblicato in data 2 Agosto 2016, adesso la sindaca di Favara ripropone la sua iniziativa, una sorta di cavallo che ritorna.

La notizia diffusa oggi dall’amministrazione comunale: “Dal 31 gennaio e per ogni GIOVEDÌ POMERIGGIO, il Sindaco Anna Alba incontrerà presso la loro abitazione, previa prenotazione allo 0922448528, tutti quei cittadini impossibilitati fisicamente a raggiungere gli edifici comunali.

Il vice Sindaco Giuseppe Bennica, incontrerà tutti i cittadini che ne faranno richiesta chiamando lo stesso numero”.
Ora, se è la “prima” per Bennica, non lo è certamente per Anna Alba. Ne parlavo poco fa con Giuseppe Moscato “il sindaco a domicilio – mi ricorda Giuseppe – era una delle prime intenzioni di Anna Alba. Lo ha detto in campagna elettorale E poi lo ha fatto la prima volta come raccontato nell’articolo che ho scritto io nell’Agosto del 2016”.
“Ma il problema non è chiedere – continua nel suo ragionamento Giuseppe Moscato – il problema è anche risolvere. Intanto, ci dica la sindaca quante famiglie ha già visitato, quali sono le richieste avanzate dai cittadini e soprattutto le soluzioni che sono state trovate”.

“Le so tutte, le so tutte”, le domande, naturalmente, sono le risposte che mi vengono più difficili”. Lo diceva il cabarettista Fontana in uno sckecht a ZELIG. Ma non basta sentire le domande sono le risposte quelle che bisogna dare alla gente.

Apprezzabilissima l’iniziativa di andare a trovare direttamente nelle loro case i cittadini impossibilitati a raggiungere il palazzo. Nello stesso tempo diciamo che sono film già visti e che sarebbe bene iniziare seriamente e con immediatezza a trovare le soluzioni ai gravi problemi di Favara.

Conosciamo Anna Alba e il suo essere persona perbene e le sue doti umane. Con o senza l’organizzazione del particolare servizio, non si rifiuterebbe mai di andare a trovare un concittadino in difficoltà, ma non ci si può fermare alle ricchezze interiori.

Non mi faccio operare da un chirurgo perché è una brava persona. Se lo è, è meglio, ma sono maggiormente interessato alle sue qualità professionali. Ho fatto un esempio, quando se ne possono fare a migliaia per sostenere che è tempo di rimboccarsi le maniche per trovare le soluzioni con professionalità, competenza e senza babbiu.

Cosa diversa è l’attività di Bennica che si reca a casa dell’utenza per diffondere le regole del buon conferimento dei rifiuti.

Franco Pullara – SiciliaOnPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.