fbpx
Regioni ed Enti Locali

Federconsumatori Agrigento: Girgenti Acque non può abusare del ruolo monopolistico

capodici“Con l’avvento del gestore unico il servizio di erogazione dell’acqua non è migliorato; il costo del servizio è economicamente più oneroso del precedente, la tariffa unica è iniqua in quanto non tiene conto delle diversità territoriali, delle differenze di reddito e della composizione del nucleo familiare”.

E’ quanto denuncia Federconsumatori Agrigento, che tramite il presidente Ilenia Capodici (in foto) e il rappresentante legale, Andrea Carnabuci, criticano l’abuso del ruolo monopolistico di Girgenti Acque spa.

“Girgenti Acque per costringere a pagare regolarmente il servizio, ha cominciato ad operare i distacchi della fornitura idrica e, come se non bastasse, anche degli scarichi dei reflui fognari”.

“Al riguardo non può non rilevarsi l’abuso perpetrato da Girgenti Acque. Se l’interruzione della fornitura di acqua, seppur problematica, è ovviabile, il distacco del collegamento alla rete fognaria crea numerosi problemi di carattere igienico-sanitario e di ordine pubblico; lo scarico dei reflui finirebbe per avvenire dentro casa con la conseguente inabilità della stessa o, in alternativa, i proprietari sarebbero costretti ad abbandonare la propria casa, occupando le strade pubbliche con tutto ciò che ne deriva”.

“Riteniamo – continua la nota di Federconsumatori Agrigento – che l’iniziativa di Girgenti Acque spa sia un abuso di posizione dominante, non essendo il distacco dalle rete fognaria, tra l’altro, non contemplato nè dalla convenzione, nè tanto meno dal regolamento d’utenza. Siamo in presenza di una pratica commerciale aggressiva di cui agli artt. 18 lett. e) ed l) e 24 del codice del consumo, dal momento che è indubbio che, così operando, viene limitata e condizionata fortemente la libertà di scelta dell’utente. Da un lato, l’utente che non ha possibilità di scelta e di reazione con i normali strumenti consumeristici (cambio fornitore, rifiuto di pagamento), dall’altro lato, il gestore minaccia il distacco/sospensione/non allaccio della fornitura”.

“Non essendo più tollerabile il silenzio di chi dovrebbe intervenite (sindaco e ATO), si auspica che le autorità, dal Prefetto all’Antitrust, ciascuno per la propria competenza, si adoperino affinchè la condotta di Girgenti Acque si allinei al rispetto delle norme di legge nell’interesse esclusivo della collettività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.