fbpx
Apertura Cronaca

“Free Open Arms”: un grido unanime si leva da attivisti e cittadini lampedusani

A distanza di 18 giorni dal salvataggio, i migranti restano ancora sulla “Open Arms”.

Ma dalla terra ferma, attivisti e cittadini di Lampedusa, ogni sera, davanti al sagrato della chiesa di San Gerlando, nel cuore dell’isola, sotto gli occhi dei turisti, urla a gran voce di “liberare” la Ong spagnola e di aprire i porti ai migranti che cercano di raggiungere le coste italiane. Con loro anche alcuni ragazzi che sono stati fatti sbarcare. A tal proposito dei 27 giovani fatti scendere, solo 19 sarebbero risultati effettivamente minorenni. Gli 8 rimasti sono stati condotti all’hotspot di contrada Imbriacola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.