fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Giuseppe Arnone torna libero: il Riesame annulla l’ordinanza di custodia cautelare

giuseppe_arnoneL’avvocato agrigentino Giuseppe Arnone (in foto) torna libero. A deciderlo il Tribunale del Riesame di Palermo che ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Agrigento, Francesco Provenzano.

Dopo l’udienza svolta ieri, i giudici del Tribunale delle Libertà dopo aver ascoltato Arnone, assistito dagli avvocati Carmelita Danile e Arnaldo Faro, e i pm titolari dell’inchiesta, Carlo Cinque e Alessandro Macaluso, hanno deciso di scarcerare l’avvocato e politico agrigentino, accusato dell’ipotesi di reato di estorsione.

Le motivazioni dell’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare saranno rese note nei prossimi giorni.

Come si ricorderà, Arnone era stato arrestato lo scorso 12 novembre dagli agenti della Squadra Mobile di Agrigento, che avevano sorpreso lo stesso con due assegni del complessivo valore di 14 mila euro che, secondo l’accusa, sarebbero state “le prime due rate di una tangente di 50 mila euro che Arnone avrebbe chiesto a Picone per non alzare clamore mediatico su una pregressa vicenda giudiziaria che vede l’avvocato Picone imputata per irregolarità nei confronti di una sua cliente, successivamente assistita proprio da Arnone“.

Di parere opposto la difesa di Arnone che aveva subito sostenuto la legittimità dei pagamenti e che ha chiesto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari al Tribunale del Riesame.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.