fbpx
Politica

Gli sviluppi del tavolo sull’emergenza acqua Agrigento, convocato a Palermo

“Trovo convincenti le soluzioni emerse al tavolo di crisi sull’emergenza acqua della Provincia di Agrigento convocato dall’Assessore all’Energia della Regione Sicilia Baglieri a seguito delle sollecitazioni inviate la scorsa settimana”.

Lo afferma il deputato nazionale Michele Sodano che aggiunge: “Proprio dieci giorni fa le avevo fatto pervenire una lettera e un report contenente le segnalazioni ricevute dai cittadini, in primis di Canicattì, sui pesanti e crescenti disservizi nel processo di approvvigionamento casalingo di acqua. Al tavolo, l’Assessore Baglieri, che apprezzo per la solerzia dimostrata e per la volontà di convocare a Palermo tutti gli enti responsabili, ha dato l’ok per procedere al rafforzamento del servizio idrico attraverso tre possibili soluzioni riportate ieri nel quotidiano la Sicilia: “il potenziamento del dissalatore di Porto Empedocle, in grado di produrre circa 25-30 litri al secondo; il potenziamento del sistema di presa della diga Castello, in grado di convogliare al potabilizzatore di Santo Stefano di Quisquina e quindi nel sistema del Voltano dagli 80 ai 100 litri al secondo; la realizzazione di interventi finalizzati alla eliminazione delle perdite lungo il sistema “Tre Sorgenti” per il recupero di circa 40 litri al secondo; il trasferimento di reti ed impianti all’Ati di Agrigento per una gestione unitaria del sistema””.

“Voglio ringraziare gli utenti che mi hanno fornito i dati più importanti. Alle segnalazioni sono seguiti degli sviluppi e questo è ciò che ritengo un importante risultato di popolo, frutto della genuina collaborazione tra rappresentati e rappresentanti. Non scordiamoci mai che l’acqua è il bene essenziale per eccellenza e le modalità della sua gestione determinano la qualità della vita di un territorio. I cittadini non devono subire in silenzio i disagi, ma possono organizzarsi e pretendere i propri diritti. È nostro compito, adesso, vigilare sull’avanzamento dei lavori e sull’efficacia delle strategie messe in atto per ricevere turni costanti di erogazione e tariffe eque in Provincia di Agrigento”, conclude Sodano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.