fbpx
Politica

Guarraci (Pd) scrive al Commissario Straordinario del Comune di Porto Empedocle

guarraciRiceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del componente della direzione provinciale del Pd di Agrigento, Orazio Guarraci (in foto), e del componente Assemblea Provinciale, Giuseppe Aiello, al Commissario straordinario del Comune di Porto Empedocle:

Pregiatissima Commissario Straordinario, la presente per sottoporre alla sua Cortese attenzione la necessità, avvertita dal popolo empedoclino, di considerare il servizio idrico integrato un servizio pubblico locale di interesse generale, così come riconosciuto dal Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, nonché dell’articolo 36 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Inoltre, Dott.ssa Antonina Bonsignore, ci permetta di ricordarLe, che il popolo italiano, compreso quello empedoclino, si è pronunciato, in occasione del Referendum Popolare sull’acqua pubblica, in modo favorevole. L’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato una nuova disciplina in materia di risorse idriche, con la LEGGE 11 agosto 2015, n. 19. Che all’art. 5 comma 6 recita testualmente: “Nelle more dell’esperimento delle procedure di cui all’articolo 4, i comuni afferenti ai disciolti Ambiti territoriali ottimali presso i quali non si sia determinata effettivamente l’implementazione sull’intero territorio di pertinenza della gestione unica di cui all’articolo 147, comma 2, lett. b), del decreto legislativo n. 152/ 2006 e successive modifiche ed integrazioni, con deliberazione motivata da assumere entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, possono adottare le forme gestionali del comma 7 dell’articolo 4”. Pertanto, signora Commissario, Le chiediamo di attivare e porre in essere tutti gli atti utili e necessari affinché il Comune di Porto Empedocle possa provvedere alla gestione in forma diretta e pubblica del servizio idrico. Non può sfuggirLe, Dott/ssa Bonsigniore, l’opportunità che oggi hanno gli enti locali, ai quali spetta, ora, il ruolo di primo piano di saper dimostrare la capacità e possibilità di una gestione pubblica efficiente ed economica, che servirà a rilanciare le politiche per la pubblicità dei servizi pubblici essenziali”.
Certi della sua sensibilità e nella sua capacità di rappresentare gli interessi legittimi della comunità empedoclina, si porgono distinti saluti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.