fbpx
Viaggiare liberi

Ho Chi Minh: guida e informazioni su una delle città più sorprendenti dell’Asia

immhochiminhHo Chi Minh si presenta agli occhi del viaggiatore occidentale come un sorprendente melting pot di culture, stili architettonici e cucine differenti.

Antico villaggio di pescatori fondato sulla riva occidentale del fiume Saignon, Ho Chi Minh è oggi la città più importante del Vietnam, luogo in cui scintillanti grattacieli svettano fianco a fianco a edifici in stile coloniale e palafitte tradizionali del Sud-est asiatico.

La città di Ho Chi Minh ha da offrire al viaggiatore che per la prima volta la incontra molto di più di quanto potrebbe aspettarsi. Vediamo come viverla al meglio attraverso i suoi numerosi luoghi di interesse e le sue attrazioni e curiosità; con un occhio ai divertimenti di una delle città più sorprendenti dell’Asia.

Il periodo migliore per visitare Ho Chi Minh è sicuramente quello che va da Novembre alla fine di Febbraio, quando l’umidità è scarsa e le precipitazioni sono pressoché assenti, mentre le temperature non superano mai i 32° C. Il visto all’arrivo è disponibile all’Aeroporto Internazionale Tan Son Nhat, ma tenete presente che nei periodi di maggiore afflusso turistico le file potrebbero ritardare il vostro viaggio, vale la pena quindi premunirsi del visto presso le ambasciate e consolati vietnamiti del Paese da cui partite. Per l’Italia ricordiamo il sito dell’Ambasciata vietnamita a Roma.

I numerosi taxi presenti in città sono un modo sicuro, comodo ed economico per spostamenti anche di pochi isolati; ricordate di farvi scrivere su un pezzo di carta il luogo che volete raggiungere, per evitare impossibili funambolismi linguistici che potrebbero generare più di un fraintendimento. Immergersi nella città di Ho Chi Minh significa attraversare luoghi di interesse turistico unici, mix gastronomici che non mancheranno di sorprendervi, percorsi architettonici di grande valore artistico.

Il Palazzo del Governatore costruito dai francesi nel 1873 è un buon punto di partenza per ammirare un affascinante spaccato della storia della città, da qui potreste proseguire la vostra visita verso Lam Son Square. È il cuore di Ho Chi Min, centro pulsante della cultura e delle tradizioni della città.

Al suo centro sorge il magnifico Teatro dell’Opera, nella cui struttura l’Oriente si unisce all’Occidente in uno splendido esempio di architettura coloniale francese. Nella piazza troviamo anche l’Hotel Continental, primo albergo ad essere costruito ad Ho Chi Minh. La nostra passeggiata prosegue poi verso il Park Hyatt Hotel, a poca distanza del quale troviamo l’edificio da cui veniva trasmesso il celebre programma radiofonico “Good Morning Vietnam”.

Prendetevi poi una pausa per un tè o un caffè lungo la strada pedonale Nguyen Hue. Un tempo affollata di auto e motorini è ad oggi l’unica strada “a piedi” della città, luogo di incontro per i vietnamiti e piacevole momento di relax per i turisti, con le sue numerose fontane e l’aria fresca del lungo fiume a stemperare il caldo tropicale.

Gli amanti del divertimento troveranno nella città un luogo adatto a soddisfare le loro aspettative. Il Teatro dell’Opera di Saigon, infatti, si è in questi anni notevolmente rinnovato per la scelta dei propri spettacoli di danza, musica e teatro.

Ho Chi Minh è anche famosa per la presenza di numerosi casinò che hanno la caratteristica assai particolare di essere tutti elettronici, vale a dire senza croupier. La nota curiosa e l’eccezione è rappresentata da un’unica struttura da gioco in cui la presenza fisica di croupier è accompagnata dalla possibilità unica rispetto agli altri, di giocare a casino hold’em. È questa una celebre variante del poker nella quale i giocatori sfidano il croupier, ricevono all’inizio solamente due carte a testa e in cui vince chi ottiene la migliore mano di cinque carte.

Per gli amanti del gusto e delle curiosità segnaliamo una divertente possibilità, purché siate disposti a svegliarvi presto. Una colazione tipica vietnamita costituita dall’onnipresente banh mi thit (maiale e paté) presso l’istituzione gastronomica di Ho Chi Minh, il ristorante Banh Banh Mi Hong Hoa. Da qui, con il vostro sandwich potete raggiungere dopo una breve passeggiata il Tao Dan Park, dove ogni fine settimana si svolge uno spettacolo molto particolare: i proprietari di uccelli si riuniscono in questo parco per far imparare ai loro volatili nuove canzoni l’uno dall’altro.

Per gli amanti della buona cucina Ho Chi Minh si presenta come un territorio ricco e affascinante da esplorare. Una visita alla “Piccola Tokyo” sarà l’opportunità per l’immersione in un concentrato di gastronomia, tradizioni e cultura giapponese in Vietnam. Chi intende sperimentare la cucina tradizionale vietnamita non può assolutamente perdere il più antico ristorante della città, il Pho Hoa.

Fate però attenzione a una cosa: in Vietnam si beve solo alla fine del pasto, malgrado il cibo piccante. Perciò, attenti alla lingua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.