fbpx
Curiosità

I festival più spaventosi al mondo: quali sono?

Quali sono  gli eventi più spettrali e paurosi al mondo? Con la festa di Halloween alle porte il casinó online di Betway ha dato vita a  un’interessante guida sui festival più spaventosi in circolazione, Italia compresa.

Tanti sono infatti gli esempi di feste, usanze e tradizioni dalle connotazioni spettrali e, a volte, inquietanti. Come la spettacolare parata di Stonehaven in Scozia, dove si festeggia il Capodanno sfilando per le strade e facendo roteare sfere di fuoco intorno alla testa, o la presenza in Austria di uomini travestiti da terribili caproni che in alcune sfilate natalizie si aggirano terrorizzando gli spettatori.

Halloween non è l’unico momento dell’anno in cui creature sovrannaturali, maschere e fantasmi sono i protagonisti. Nella guida de L’Insider basta cliccare sul Paese per approfondirne le usanze e le tradizioni più spaventose, come l’antico rituale di Famadihana in Madagascar, durante il quale i corpi dei morti vengono riesumati e omaggiati con delle offerte.

Curiosi di saperne di più? Eccone alcuni.

Día de los Muertos in Messico

In Messico il giorno di Ognissanti e quello dei Morti si celebra il Día de los Muertos , un omaggio ai componenti della famiglia che non ci sono più.

Si tratta di una celebrazione di origine precolombiana relativa al ricordo dei defunti in cui si organizzano feste e sfilate in un’atmosfera gioiosa.

Per le culture pre-ispaniche infatti la morte era una fase naturale nel lungo continuum della vita: i morti erano ancora membri della comunità, tenuti in vita nella memoria e nello spirito, che durante questa celebrazione ritornavano sulla Terra.

Durante il Día de los Muertos si cospargono petali di calendula colorati per guidare le anime dei defunti verso l’altare di famiglia, dove i loro cari depongono le offerte. Gli altari rappresentano la porta tra la vita e la morte e hanno lo scopo di accogliere gli spiriti nel regno dei vivi. Come offerta sull’altare dei defunti vengono posti anche i calaveras, ovvero caramelle a forma di teschio.

La Danza della Morte in Spagna

In Spagna nel periodo pasquale a Verges (Girona) il Giovedì Santo di ogni anno si può assistere alla Danza della Morte. Cinque persone vestite da scheletri, due uomini e tre bambini, ballano al ritmo di un tamburo mentre altri cinque personaggi li illuminano con delle torce.

La danza rappresenta il nostro tempo limitato sul pianeta, oltre la vita e la crocifissione di Cristo, l’inesorabile passare del tempo che conduce alla morte. Uno dei danzatori tiene in mano una falce su cui è incisa la scritta Nemini Parco, ovvero la morte non perdona nessuno.

Quema del Diablo in Guatemala

Quema del Diablo, che in spagnolo significa Rogo del Diavolo, è una festa che si svolge ogni anno il 7 dicembre in Guatemala. Una tradizione popolare in grado di unire magia e religione. Gli abitanti si riuniscono nelle strade e nelle piazze per bruciare alle 18 in punto dei pupazzi raffiguranti il Diavolo con lo scopo di allontanare tutte le sventure. Le fiamme che avvolgono i pupazzi simboleggerebbero la luce della Vergine e la sua vittoria sul male.

La tradizione dice che il diavolo si nasconde ovunque e per questo qualche giorno prima i bambini si impegnano a raccogliere nelle loro case il maggior numero di  oggetti da buttare che possono bruciare rapidamente. Questi oggetti diverranno la base del grande falò che ha in cima un pupazzo del diavolo. Dopo il rogo le case devono essere spazzate con una scopa di paglia che andrà poi bagnata nell’acqua santa per assicurarsi che il diavolo discenda negli Inferi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.