fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Iacono (PD): “il Governo intervenga con urgenza su ANAS per consentire la celere riapertura del viadotto Petrusa”

maria_iaconoLa deputata Nazionale del Pd, Maria Iacono, si è rivolta, attraverso un’interrogazione Parlamentare al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Del Rio, per sapere quali provvedimenti il Governo intenda assumere in merito alla chiusura, da oltre 4 mesi, del ponte Petrusa che collega Agrigento e Favara.

La stessa Maria Iacono ha dichiarato, “la chiusura del cavalcavia Petrusa, disposta da Anas , sta determinando diversi disagi nel collegamento tra Agrigento e Favara e molti cittadini sono costretti, da diversi mesi, a raggiungere il capoluogo attraversando strade alternative e secondarie, diverse delle quali non sono idonee ad accogliere questa mole di traffico”.

Inoltre, gli stessi disagi e le stesse criticità si presentano a tutti coloro che devono raggiungere, da Favara, l’ospedale San Giovanni di Dio, il palazzo di giustizia e diverse Istituti scolastici di Agrigento.

A seguito delle verifiche sulla staticità dell’opera la stessa ANAS ha ritenuto di procedere alla demolizione ed alla ricostruzione del ponte ma ad oggi i lavori procedono a rilento e non si hanno notizie circa la realizzazione di tutte le procedure necessarie alla realizzazione del bando ed al reperimento delle risorse utili.

Mi sono rivolta al Ministro Del Rio chiedendo, con urgenza, l’intervento del Governo al fine di conoscere lo stato dell’arte dell’opera e i tempi necessari a ripristinare la transitabilità del cavalcavia e rimuovere tutti i disagi a cui i cittadini sono soggetti giornalmente.

La stessa Maria Iacono ha concluso: “è necessario, sostenere tutte le iniziative , a partire dalla manifestazione promossa dalla Cisl in programma il prossimo 13 Maggio, finalizzate a trovare al più presto una soluzione definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.