fbpx
Salute

Il 40% degli italiani soffre di erosione dentale: ecco come evitarla

Avere dei denti sani è importante, non solo per avere un bel sorriso ma soprattutto per far sì che la loro funzionalità sia corretta.

Nei casi più gravi di erosione dentale, infatti, i denti sono facilmente attaccabili da batteri e infezioni, con tutte le conseguenze del caso. I disturbi che possono colpire i nostri denti sono numerosi e molti, purtroppo, non sono facilmente riconoscibili: è questo il caso dell’erosione dentale, che secondo quanto riporta l’AIC colpisce il 40% degli italiani e che, nonostante l’alta incidenza, è ancora troppo sottovalutata.

Cos’è e cosa causa l’erosione dentale

L’erosione dentale consiste nella perdita dei tessuti duri del dente (lo smalto e la dentina), che agiscono come un vero e proprio scudo protettivo, preservandone quindi la salute. Il danneggiamento dello smalto e della dentina porterà a una riduzione della superficie esterna del dente, che sarà molto più esposto agli attacchi esterni, presentando più placca, carie e rotture frequenti.
I motivi che stanno alla base dell’erosione sono da attribuirsi alle sostanze acide presenti nel cavo orale a causa di disturbi (come il reflusso gastroesofageo) o a quelle assunte con l’alimentazione o con alcool e fumo. Abitudini scorrette come la frequente assunzione di alcool e l’abuso di sigarette, insieme al pH basso di alcuni cibi, indeboliscono lo smalto intaccandolo e rendendo di conseguenza più fragile la struttura del dente.
Oltre alle cause endogene ed esogene, però, ve ne sono altre che possono portare all’abrasione dei tessuti duri del dente: la malocclusione, per esempio, ma anche il bruxismo e l’uso scorretto dello spazzolino nelle fasi di pulizia.

Prevenzione e rimedi

Per prevenire l’erosione dentale bisogna prima di tutto seguire un’alimentazione che sia il meno acida possibile, evitando soprattutto gli alcolici e le bevande gassate o troppo zuccherate. Alcuni cibi sono di grande aiuto contro l’erosione dentale e sono: mele verdi, legumi, verdure a foglia larga, broccoli, sedano, mandorle, noci e semi.
È poi necessario avere un’igiene dentale quotidiana corretta e utilizzare un dentifricio specifico per la protezione dello smalto come quelli della gamma Biosmalto, ad esempio. Così facendo, non si contribuirà all’erosione anche durante la fase di pulizia: al contrario, si proteggerà ulteriormente lo smalto e la dentina.
Nei casi di bruxismo e di malocclusione, invece, è consigliabile chiedere il consulto di un medico specialista, che nella maggior parte dei casi suggerirà l’uso di un bite notturno per evitare lo sfregamento dei denti durante il sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.