fbpx
Cronaca

“Il fatto non sussiste” assolti dall’accusa di truffa i responsabili di una casa di riposo di Licata

leggeAssolti l’amministratore unico e il procuratore speciale e responsabile della residenza per anziani “Parnaso” di Licata.

I due erano stati accusati di avere frodato l’Inps, dichiarando un calo di produzione, una manovra che, secondo la Procura, era finalizzata all’accesso alla Cassa integrazione In questo modo, alla casa di riposo, sarebbe stato consesso un contributo da parte dell’Inps, per pagare gli stipendi riducendo il monte orario dei dipendenti.

I due erano stati trascinati in tribunale in seguito ad un accertamento della Guardia Di Finanza. Un’accusa quella di truffa aggravata ai danni dell’Inps, che è stata, carte alla mano, smontata dagli avvocati difensori dei due responsabili della casa di riposo che sono stati assolti perché “Il fatto non sussiste”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.