fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Il Libero Consorzio approva il progetto di riqualificazione del Giardino Botanico

Si abbreviano i tempi per il completo recupero del Giardino Botanico di proprietà del Libero Consorzio. Grazie ad uno specifico progetto di recupero realizzato dal Settore Tecnico del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, il Giardino Botanico tornerà ad essere utilizzato per grandi eventi culturali.
Il Settore Infrastrutture Stradali ha, infatti, approvato l’Accordo Quadro per i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza della parte nord del Giardino Botanico e l’acquisto di attrezzature per la sua fruizione e realizzazione di eventi. Nei prossimi giorni l’Ufficio Gare provvederà a calendarizzare la gara d’appalto in modalità telematica.
Circa un mese fa i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza della parte nord del Giardino Botanico e l’acquisto di attrezzature erano stati inseriti dalla Regione nella graduatoria definitiva degli investimenti degli enti locali sui beni culturali. La graduatoria riguardava il POC 2014/2020, il Programma Operativo Complementare, articolato in undici Assi. Il finanziamento richiesto ed inserito in graduatoria ammonta a 500mila euro.
Il Progetto approvato servirà a rendere l’area denominata “Cava Belvedere”, attualmente interdetta al pubblico, fruibile in modo da garantire la piena sicurezza ai visitatori.
Negli ultimi anni dalle ispezioni fatte dai tecnici dell’Ente sono stati riscontarti numerose criticità. Le murature, le pareti in calcarenite e le grotte presentano un degrado costituito principalmente da fratturazioni; sconnessioni e mancanze della malta fra i conci.
Gli interventi di recupero previsti nel progetto sono rivolti pertanto ad arrestare e/o rallentare il processo di degrado, per salvaguardare e risanare i fronti in calcarenite. Nel progetto si prevedono opere di messa in sicurezza e recupero ambientale, regimentazione e smaltimento delle acque meteoriche e messa a dimora di piante arbustive ed essenze vegetali varie.
Questi lavori consentiranno la fruizione di un’area simile ad una sorta di teatro all’aperto con un’annessa cavea naturale. Un’area che ha una spiccata vocazione culturale per un suo utilizzo per l’organizzazione di spettacoli teatrali, concerti ed altri eventi. Già in passato era stata utilizzata per manifestazioni organizzate dal Libero Consorzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.