fbpx
Intrattenimento, cinema e Tv

Il Pirandello stable festival inizia una nuova tournèe internazionale nel nome di Leonardo Sciascia

Il Pirandello stable festival di Mario Gaziano inizia una nuova tournèe internazionale nel nome di Leonardo Sciascia.

Gaziano e i suoi artisti il prossimo martedì 16 ottobre saranno ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura di La Valletta a Malta dove presenteranno la performance-recital “Leonardo Sciascia e Malta: Punti di contatto” tra video, recitazioni e canti popolari di ispirazione sciasciana. Proprio da Malta nel 2017 partì la fortunata tournèe del Pirandello festival in Europa, da Malta, appunto, e poi Stoccolma. Oslo, Atene, Varsavia fino a Pechino per celebrare i 150 della nascita del Nobel agrigentino. Rappresentazioni in cui si alternano gli artisti dell’attivo gruppo teatrale di Mario Gaziano: Antonio Zarcone, Maria Grazia Castellana (in foto). Andrea Cassaro, Dario Costantino, Ilaria Bordenca, Giugiù Gramaglia, Alfio Russo, Salvatore Nocera Bracco, Berta Ceglie.

Parte di questi artisti propongono un’articolata azione scenica partendo proprio dal rapporto Sciascia e Malta: in particolare attraverso il celebre romanzo Il Consiglio d’Egitto, le note sulla Decollazione di San Giovanni del Caravaggio,conservata nella chiesa madre di La Valletta e ancora la introduzione al bel volume Viaggiatori in Sicilia e a Malta.

Il tutto è proposto attraverso Video in italiano e in inglese recitazioni e canti.La scaletta prevede gli interventi introduttivi dell’Ambasciatore d’Italia a Malta S.E. dott. Sammartino e del direttore dell’Istituto dott. Massimo Sarti , le introduzione critiche del Prof. Mario Gaziano ,canti del folk singer Antonio Zarcone, i Video “Sciascia e Malta:punti di contato” e “Sciascia e il cinema internazionale”, il monologo da “A ciascuno il suo” da Salvatore Nocera Bracco, il monologo da “Morte dell’inquisitore” da Maria Grazia Castellana,il monologo-canto “Padre del ciel” con l’intervento straordinario di Berta Ceglie.

I video in italiano e inglese sono stati realizzati con la collaborazione di Andrea Cassaro e Giuseppe Portannese.
Progetto culturale e regia di Mario Gaziano,che anticipa in qualche misura il trentennale Sciasciano,che si celebra nel 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.