fbpx
Cucina

“Il pranzo della domenica” – Antipasto – cestini di polenta con provola e speck

Il freddo di gennaio alimenta la nostra voglia di gustare piatti sostanziosi e ricchi.

Così come lo è la ricetta dell’antipasto proposto dalla nostra rubrica di cucina “il pranzo della domenica”: cestini di polenta con provola e speck. Dimenticate l’idea che la polenta sia un piatto troppo lungo da preparare, la ricetta dei cestini di polenta con gorgonzola e speck è molto veloce.

Grazie alla polenta a cottura rapida e a un po’ di fantasia, otterrete un antipasto sfizioso e buonissimo. Un tocco di saporito con la provola e una fettina di speck saranno il cuore morbido in ogni polentina, passata in forno in uno stampino da muffin, per diventare un grazioso cestino tutto da gustare.

Ecco come realizzarlo:
INGREDIENTI PER SEI PERSONE
PER I CESTINI:
• 100 g di farina per polenta a cottura rapida
• 500 ml di acqua
• 1/2 cucchiaino di sale fino
• burro
PER IL RIPIENO:
• 6 fette di speck
• 150 gr di provola dolce
• semi di papavero

PROCEDIMENTO
Per realizzare i cestini di polenta con gorgonzola e speck, iniziate dalla preparazione della polenta. Mettete l’acqua e il sale in una casseruola e portate a ebollizione. Versate la farina di mais a pioggia e cuocete per il tempo indicato sulla confezione continuando a mescolare con una frusta. Spegnete e lasciate intiepidire.
Imburrate 6 stampi da muffin e adagiatevi all’interno un cucchiaio abbondante di polenta. Con le mani inumidite plasmate i cestini avendo cura di formare un incavo centrale. Cuoceteli nel forno già caldo a 180° per 15 minuti. Sformateli, farciteli con una fetta di speck e qualche cubetto di provola dolce. Cospargete con i semi di papavero e ponete nuovamente in forno per altri 10 minuti.
Sfornate, lasciate assestare i cestini di polenta con provola e speck e servite.

La redazione di Scrivo Libero vi augura buon pranzo e buona domenica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.