fbpx
Cucina

“Il pranzo della domenica” – primi piatti- panzerotti di pasta fresca al ragù di gamberi

Oggi, domenica delle palme, il menù merita dei piatti particolari e gustosi. Quale miglior occasione per preparare un goloso e raffinato primo piatto proposto dalla nostra rubrica di cucina “Il pranzo della domenica”: i panzerotti di pasta fresca al ragù di gamberi. Ecco come realizzarli:

INGREDIENTI (per quattro persone)

q.b. pepe

70 grammi burro

q.b. erba cipollina

3 cipollotto

1 carota

q.b. farina

400 grammi gambero

4 cucchiai olio di oliva

q.b. sale

q.b. vino bianco

1 cipolla

200 grammi taccola

1 sedano coste (gambo)

150 grammi sfoglia pasta fresca

PREPARAZIONE

Sguscia i gamberi, elimina il filino nero intestinale e tritali; pulisci e trita anche sedano, carota e cipolla, falli appassire in 2 cucchiai di olio, unisci i gamberi, sala, pepa, spruzza con il vino, lascialo evaporare a fuoco vivo, aggiungi 30 g di burro morbido lavorato con un cucchiaio di farina, 2 mestoli di acqua calda e continua la cottura a fuoco medio per 20 minuti. Il ragù dovrà risultare cremoso.

 Pulisci, lava e lessa le taccole per 8-10 minuti in acqua bollente salata, scolale e tagliale a tocchetti; pulisci e taglia a rondelle i cipollotti, falli dorare in 20 g di burro, unisci le taccole, sale, pepe e cuoci per 5 minuti. Togli dal fuoco e profuma con l’erba cipollina tagliuzzata.

Con un tagliapasta rotondo di 12 cm, ritaglia dalla pasta 12 dischi e scottali per un minuto, pochi per volta, in acqua bollente salata a cui avrai aggiunto 2 cucchiai di olio. Scolali e stendili su di un canovaccio ad asciugare.

Suddividi il ragù di gamberi sui dischi di pasta, piegali a metà e sistemali sulla placca foderata con carta da forno imburrata, irrorali con il burro fuso rimasto e mettili in forno a 220° per 3-4 minuti. Suddividi i panzerotti sui piatti, condiscili con il sugo di taccole e servi subito.

La redazione di Scrivo Libero vi augura buon pranzo e buona domenica!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.