fbpx
Regioni ed Enti Locali

Il Sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza esprime soddisfazione per il finanziamento della Strada Racalmare

Come abbiamo recentemente scritto, la Regione siciliana ha stanziato mezzo milione di euro per il ripristino della viabilità di due strade in provincia di Agrigento.
Il governo Musumeci, infatti, tramite la Protezione civile regionale, ha finanziato la strada statale 118 nei pressi del capoluogo e arteria fondamentale per il collegamento con alcuni centri della provincia come Raffadali, Alessandria della Rocca, Sant’Angelo Muxaro, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta, San Biagio Platani, Santo Stefano di Quisquina e Bivona. La sistemazione della strada consentirà di ridurre di almeno 40 minuti i tempi di percorrenza per raggiungere l’ospedale della Città dei Templi.
Altro cantiere pronto a partire è quello sulla “Strada Racalmare” (foto di copertina da grotte.info) e in particolare nel tratto che collega i Comuni di Grotte e Favara. L’arteria, in prossimità del primo tratto lungo oltre un chilometro che la collega con la Sp3, è chiusa al traffico in quanto piena di buche.
E su quest’ultimo finanziamento interviene il sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, che, in una nota, esprime soddisfazione per l’impegno del Governo Musumeci : “Ancora una volta il Presidente Musumeci ha mostrato grande sensibilità nei confronti del nostro territorio accogliendo le sollecitazioni che in questi mesi abbiamo portato avanti con discrezione. Si tratta di gesto di grande affetto per la nostra comunità, di concreta comprensione delle esigenze e delle difficoltà dei nostri concittadini. Un intervento risolutivo – sottolinea Provvidenza – atteso da anni che finalmente potrà realizzarsi grazie all’intervento diretto del nostro Presidente. La strada Racalmare   costituisce, infatti, la principale arteria stradale per raggiungere Agrigento, Favara e la SS 189 ma, soprattutto, l’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento”, ha concluso il Sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.