fbpx
Regioni ed Enti Locali

In Sicilia aumento del costo medio dell’acqua del 7,8 per cento

AA acquaNegli ultimi 13 mesi i prezzi medi per la fornitura e il trattamento delle acque di scarico in Sicilia sono aumentati del 7,8 %.

Di gestione delle risorse idriche e trattamento delle acque reflue si discuterà a WATEC Italy 2017, mostra convegno internazionale dedicata alla gestione e alla salvaguardia dell’acqua, che si terrà dal 21 al 23 giugno a Palermo.
Dalla rielaborazione di Watec Italy 2017* emerge che nelle province di Palermo, Messina e Siracura non ci sono state variazione negli ultimi 13 mesi, mentre a Caltanisetta il costo medio dell’acqua, sia per la fornitura che per la raccolta delle acque si scarico è aumentato del 5%. Sorprende il dato di Trapani che insieme a Biella è la provincia Italiana dove c’è stato il calo maggiore, meno 10%, del costolel’acqua di tutta Italia.

“WATEC Italy 2017 – spiega Prema Zilberman, direttore generale di Kenes Exhibitions, ente specializzato nell’organizzazione di conferenze di alto livello su scala globale –, è un’opportunità per le aziende di tutto il mondo. Partendo dai dati cercheremo di stimolare un dialogo fra grandi imprese del settore idrico e pubblica amministrazione, attivando collaborazioni con esperti, ricercatori e scienziati per finalizzare progetti innovativi sull’acqua. La scarsità delle risorse idriche e la ricerca di nuove soluzioni saranno i temi cardine di questo appuntamento. Parleremo di dissalazione, riutilizzo dell’acqua, gestione della rete idrica integrata e monitoraggio delle perdite idriche, acqua e finanza, del trattamento dei reflui industriali, acqua e agricoltura, acqua e sicurezza. Abbiamo deciso di farlo qui in Sicilia – ha poi concluso Zilberman – proprio perché riteniamo la regione un hub fondamentale nel mediterraneo per affrontare aromenti così importanti e decisivi per il nostro futuro. ”.

Anche con l’obiettivo di migliorare le efficienze di servizio e abbassare i costi di produzione e per i cittadini, hanno già risposto all’appello di Kenes Ehibitions come partner sostenitori, aziende del calibro di AMAP, Aqualia, Acciona Agua, Girgenti Acque, Idroambiente (Società del Gruppo Marnavi), Siciliacque, Italveco Group, Rochem Marine, Di Vincenzo.
WATEC Italy 2017 è patrocinata da Commissione Europea, Banca Europea per gli Investimenti, Banca Mondiale, Regione Sicilia, Barilla Center for Food & Nutrition, e vede il coinvolgimento dell’Università di Palermo e altri rappresentanti ed esperti del settore. Il comitato scientifico della mostra convegno è presieduto dall’architetto Giuseppe Taverna (Regione Sicilia), e coordinato dal già ministro dell’Ambiente, il professor Corrado Clini e da Francesco Pareti, esperto di operazioni finanziarie internazionali.

Kenes Exhibitions per partecipare a Watec 2017 ha selezionato aziende con esperienza nella gestione degli impianti di dissalazione e di trattamento dei reflui e condotte d’acqua coinvolte in qualità di espositori che possono illustrare le proprie tecnologie innovative a un pubblico composto da settore pubblico e privato: parliamo di aziende altamente inquinanti – provenienti dall’industria agroalimentare, conciaria, agricola, lattiero casearia, chimica, petrolchimica, cartaria, tessile, galvanica, turistica e da allevamenti – ma anche di quei settori che possono aiutare e supportare i gestori della rete idrica integrata a migliorare la sicurezza e le proprie performance.

Fino al 19 giugno 2017 sarà possibile inoltre iscriversi agli incontri B2B organizzati da Sicindustria e Consorzio Arca, partner di Enterprise Europe Network, la rete della Commissione europea per l’internazionalizzazione, la ricerca e l’innovazione delle pmi, che si terrà il 23 giugno 2017 all’interno di “Watec Italy 2017”. Durante la giornata dedicata al networking, imprenditori, dirigenti d’azienda, università, investitori istituzionali, venture capitalist, analisti e altri esperti avranno l’opportunità di avviare collaborazioni nel campo delle tecnologie per l’acqua. La partecipazione al B2B è gratuita e i partecipanti avranno libero accesso agli spazi espositivi.

*Rielaborazione dati Istat di Watec Italy 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.