fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

“Inadempienze contestate a Girgenti Acque”, riunione all’Ati: a Ravanusa i consiglieri interrogano l’amministrazione

I consiglieri comunali del Comune di Ravanusa Giuseppe Sortino, Pompeo Savarino, Luigi Maria La Marca, Lina Iacona e Tanina Carlisi del Movimento Ravanusa #valore comune, hanno presentato una interrogazione chiedendo al Sindaco di chiarire ai Consiglieri Comunali e alla cittadinanza tutta quale sarà la posizione dell’amministrazione comunale in sede di deliberazione presso l’assemblea dell’ATI, se voterà a favore o contro la risoluzione del contratto con Girgenti Acque S.p.A.

L’oggetto della richiesta riguarda la convocazione per il 25 settembre dell’Assemblea dell’ATI (Ambito Territoriale Idrico), di cui il Comune fa parte, nella quale si è chiamati a deliberare la risoluzione del contratto per le gravi inadempienze contestate a Girgenti Acque.

“Premesso che, nel referendum popolare del 2011 il 95,80% degli elettori ha espresso la volontà di ritornare all’acqua pubblica. Considerato che dopo oltre 10 anni di gestione da parte del privato le inadempienze e i disservizi permangono: rifacimento della rete idrica quasi inesistente con perdite di acqua durante i turni di erogazione, fornitura di acqua con turni di oltre otto giorni, ritardi nell’espletamento delle pratiche per nuovi allacci, costi generalmente aumentati per le utenze; Considerato che con delibera del Consiglio Comunale del 7 ottobre 2015 avente per oggetto: “Criticità della gestione del servizio idrico e fognante nel territorio comunale. Presa d’atto del parere pro-veritate redatto da consulente esterno dell’Amministrazione. Atto di indirizzo politico amministrativo preordinato alla gestione diretta del servizio idrico e fognario ad opera del Comune su tutto il territorio comunale ai sensi dell’art. 1, lett. e) della Legge regionale n. 48/1991 che ha recepito nella Regione Siciliana l’art. 32 della Legge n. 142/1990. Atto di indirizzo politico amministrativo al Sindaco, Giunta e Responsabile e/o funzionari, secondo le rispettive competenze, in merito alla revoca della concessione d’uso degli impianti idrici e fognanti appartenenti al demanio comunale a Girgenti Acque s.p.a. attuale concessionario del servizio idrico e fognante.”il consiglio comunale all’unanimità ha espresso la volontà della revoca della concessione; Vista la deliberazione del 27 aprile 2018, presso l’ATI, in cui Sindaci avete votato all’unanimità per avviare la rescissione del contratto con Girgenti Acque dando mandato all’avvocato Giuseppe Mazzarella di inviare una lettera di contestazione riguardante le inadempienze della società che gestisce il servizio idrico in 27 comuni della provincia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.