fbpx
Regioni ed Enti Locali

Inaugurata ieri a Sciacca“Open Studi Aperti 2019 L’architetto è indispensabile”

E’ stata inaugurata ieri pomeriggio l’edizione 2019 di “Open Studi Aperti” quest’anno, per la prima volta a Sciacca, più precisamente nell’Atrio superiore del Comune.

“Open Studi Aperti”, promosso dal Consiglio nazionale degli architetti, si svolge contemporaneamente in 900 città distribuite su tutto il territorio nazionale con le esposizioni dei progetti redatti, o in fase di realizzazione, dagli architetti del territorio e la promozione del lavoro svolto dagli studenti che hanno partecipato all’alternanza scuola lavoro nei vari studi di architettura.

Così il mondo dell’Architettura e del Design si mostra al grande pubblico, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini alla qualità del design, alla buona architettura, al rispetto della natura e degli spazi pubblici per migliorare la qualità della vita.
Diversi gli interventi degli architetti che si sono susseguiti al microfono del giornalista Filippo Cardinale, al termine dei quali si sono svolte performance di danza, live e degustazioni di vini e buon cibo

“Questa manifestazione – sottolinea Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio nazionale degli architetti -, in corso anche oggi, sabato 25 maggio, si svolge in ben 900 città sul territorio italiano. Abbiamo coinvolto tutte le province italiane con l’obiettivo di esaltare l’Architettura come mezzo per promuovere la qualità delle nostre città e della vita dei cittadini. Due giorni di festa, dunque, per l’Architettura durante i quali si può apprezzare la qualità della mostra allestita dall’Ordine degli architetti nell’Atrio superiore del Comune di Sciacca”.

“Il Consiglio dell’Ordine degli architetti – evidenzia Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento -, su sollecitazione di Michele Ferrara, Giacomo Cascio e Salvatore Porretta, hanno organizzato queste due giornate parlando di architettura e del lavoro che svolge l’architetto a Sciacca, un interessante pezzo del nostro territorio dove gli architetti si mettono a confronto parlando del proprio lavoro. Vogliamo entrare nel cuore della gente per far comprendere che non si può parlare del futuro delle città senza l’architetto. Ma è anche un momento per raccontare le difficoltà alle quali dobbiamo fare fronte e su questo, devo dire, che tanto fa il contributo delle amministrazioni. E’ necessario parlare dei concorsi di architettura, di progettazione perché solo attraverso l’architettura di qualità possiamo migliorare le nostre città”.

“Un plauso – afferma Pietro Fiaccabrino, presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo – agli organizzatori di questa iniziativa straordinaria che raggruppa le menti dell’architettura con progetti di altissima qualità. Ed è un fatto di rilievo che i progetti importanti siano portati a conoscenza della collettività perché l’architetto, oggi come ieri, è messaggero del ben fare ed è importante che il dialogo con il territorio si esprima con idee finalizzate alla tutela dei beni cultuali e alla preposizione di nuove idee, proposte e materiali per essere al passo con i tempi e nel rispetto del contesto costruito”.

“Open Studi Aperti – dice Michele Ferrara, consigliere dell’Ordine degli architetti di Agrigento -, in pieno svolgimento a Sciacca, vuol essere un confronto tra i tanti studi di architettura che, per questa occasione, si sono associati per dare il meglio di sé stessi e far conoscere l’attività dell’architetto al mondo esterno. Un momento interessante, durante il quale si susseguiranno diverse iniziative. Invito, dunque, i cittadini a visitare questa mostra di architettura e design”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.