fbpx
Regioni ed Enti Locali

Incendi boschivi, Conapo: “pari opportunità di soccorso in tutto il territorio Agrigentino”

vigili del fuocoIl segretario provinciale del sindacato autonomo dei vigili del fuoco del Conapo di Agrigento – Antonio Di Malta , con una nota inviata al Prefetto di Agrigento, al comandante di Agrigento, al direttore regionale Sicilia dei vigili del fuoco, e per conoscenza ai sindaci dei comuni di Licata, Lampedusa e

Canicattì, quali responsabili dei piani comunali di emergenza per il rischio incendi d’interfaccia e dai piani comunali per rischio ondate di calore, chiede il raddoppio dei turni non solo su Sciacca e sulla sede centrale di Agrigento ma anche sui comuni dove insistono altri presidi dei vigili del fuoco quali Canicattì, Licata e Lampedusa.

“Le direttive del dipartimento sull’impiego del personale nel dispositivo di soccorso per gli incendi boschivi fa riferimento ai bollettini emanati dalla protezione civile – dichiara Di Malta – in quei bollettini vengono indicati rischi, livelli di pericolosità, ma soprattutto quale territorio è interessato al rischio incendi.
Ci chiediamo – continua DI MALTA – come mai il comandi di Agrigento, pur indicato nei bollettini di protezione civile il rischio in tutto il territorio di Agrigento, il potenziamento del dispositivo di soccorso per l’AIB sia stato attivato solo nei comuni di Sciacca e Agrigento escludendo il comune di Licata e Canicattì.”

“Pensiamo – conclude Di Malta – che il soccorso non può essere un atto sulla base di un principio o un idea personale, ma su una base logica condivisa come l’emanazione dei bollettini di protezione civile e con il confronto sindacale, per questo motivo chiediamo ancora una volta che in presenza di bollettini di protezione civile che prevedono il rischio incendi in tutto il territorio provinciale, questa venga attivato attraverso il potenziamento del dispositivo di soccorso in tutte le sede e presidi vvf dislocati nel territorio agrigentino. Il soccorso deve avere pari opportunità per i cittadini in tutto il territorio, perché i roghi quando partono, possono partire come a Sciacca cosi come a Licata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.