fbpx
Cronaca

Inchiesta Black List: revocati i domiciliari a Dario Lo Bosco

black listIl Tribunale del Riesame di Palermo, ha revocato gli arresti domiciliari all’ex presidente di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana), Dario Lo Bosco (in foto), arrestato poichè ritenuto coinvolto nell’inchiesta denominata “Black List” nata dal libro “mastro” ritrovato all’imprenditore agrigentino Massimo Campione.

L’inchiesta verterebbe su un presunto giro di mazzette milionarie su appalti in Sicilia.

La revoca degli arresti domiciliari, imposti dal Gip, è stata così accolta dopo l’istanza presentata dagli avvocati difensori Bartolomeo Romano e Francesco Crescimanno; la scelta dei giudici del Riesame sarebbe stata presa anche in virtù del fatto che Lo Bosco si sarebbe dimesso da ogni carica ricoperta. Fatto quest’ultimo che eviterebbe la possibile reiterazione del reato.

Per l’accusa l’ex presidente di Rfi avrebbe intascato una “mazzetta” di 58.650 euro dall’imprenditore Massimo Campione per agevolare l’approvazione del progetto relativo all’acquisto di un sensore per il monitoraggio delle carrozze ferroviarie.

Lo Bosco ha sempre respinto ogni tipo d’accusa, sostenendo di non conoscere i due funzionari della Forestale, Salvatore Marranca e Giuseppe Quattrocchi, coinvolti anch’essi nell’inchiesta che secondo l’accusa gli avrebbero girato la presunta tangente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.