fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali Spalla

Inchiesta “Ponos”, caporalato nell’agrigentino: confermate in Appello sei condanne

Confermata dai giudici della Corte di Appello di Palermo la sentenza di primo grado che aveva inflitto sei condanne nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti essere coinvolti nell’inchiesta denominata “Ponos” su una presunta associazione a delinquere che avrebbe sfruttato lavoratori nei campi agrigentini.

I fatti, come si ricorderà, avvennero soprattutto tra Canicattì, Campobello di Licata e Ravanusa. L’inchiesta, condotta dai militari dell’Arma dei Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento, e del Nucleo ispettorato del lavoro di Villaggio Mosè, ipotizzava un vero e proprio sistema di “caporalato” che, attraverso alcuni permessi turistici consentiva di far arrivare lavoratori dall’Est Europa per lavorare nei campo dell’agrigentino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.