fbpx
Apertura Cronaca

Indagini sull’asse Favara-Belgio: al via l’accertamento sulle armi

Continuano le indagini sulla presunta faida che vede coinvolto l’asse Favara-Belgio. Morti e feriti sui quali si cerca di dare una chiave partendo da elementi utili che possano dare una definitiva svolta al mistero.

Nelle ultime ore sono infatti iniziati gli accertamenti sulle armi, un fucile ed una pistola, sequestrati lo scorso agosto al 29enne favarese Gerlando Russotto, finito in manette con l’accusa di aver partecipato all’agguato, avvenuto in terra belga, del ristoratore Saverio Sacco.

Gli accertamenti sono iniziati nella mattinata di ieri al Gabinetto di polizia scientifica; gli investigatori mirano ad accertare che le armi possano essere state utilizzate per l’agguato fallito del 23 maggio 2017 ai danni del 36enne favarese Carmelo Nicotra, avvenuto in via Torino, a Favara. Ipotesi al momento che se confermate potrebbero però dare una nuova lettura all’intera vicenda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.