fbpx
Osservatorio consumatori

Inizio dei saldi in Sicilia: come orientarsi

saldiAl mio segnale scatenate l’inferno” è ciò che penseranno oggi tutti coloro che sono pazzi per lo shopping, visto che dal 2 gennaio in Sicilia iniziano gli sconti.

Ci si aspetta un periodo dei saldi importante, visto che quasi la metà delle famiglie italiane approfitterà dei prezzi ribassati. Naturalmente il settore dell’abbigliamento, tra vestiti, calzature e accessori, sarà il protagonista assoluto delle svendite di fine stagione.

Per quanto riguarda le percentuali di sconto ancora non si può sapere come si comporteranno i singoli esercizi della Sicilia, ma statisticamente nel periodo iniziale, quando il numero delle vendite è maggiore, difficilmente i saldi superano il 40% (attestandosi per lo più tra il 20 e il 30%) per poi salire ben oltre il 50% nella parte finale.

Naturalmente quando i saldi sono agli inizi sarà più facile trovare l’oggetto tanto desiderato, ma si dovrà avere tanta pazienza nell’affrontare code infinite all’interno dei negozi; quelli che aspettano qualche settimana invece potranno fare i loro acquisti con maggiore tranquillità (e magari con prezzi ulteriormente ribassati), ma rischiano di non trovare quello che cercavano.

Le associazioni dei consumatori e dei commercianti hanno dato i loro consigli, che possono essere riassunti in una sorta di decalogo. La prima regola è quella di attendere l’inizio ufficiale del periodo degli sconti; gli esercenti dovrebbero indicare l’oscillazione degli sconti praticati (ad esempio con la formula “saldi dal 30 al 60%”) e devono evitare di evidenziare gli sconti in modo generico se poi valgono solo per determinati prodotti; la merce che viene venduta a prezzo ribassato deve essere separata e ben distinta da quella che non è scontata; sull’etichetta deve essere riportato in modo chiaro sia il prezzo originario che quello scontato; i pagamenti con bancomat e con carta di credito devono essere accettati come negli altri periodi dell’anno; la merce acquistata in saldo può essere cambiata; la cortesia non deve mancare mai.

A queste regole aggiungiamo che i clienti dovrebbero diffidare dalle percentuali di sconto esagerate, uscire di casa con le idee abbastanza chiare su cosa comprare e fare attenzione che non venga attuata quell’antipatica pratica dei prezzi rigonfiati prima dell’applicazione dello sconto: per questo fare un giro sul web e controllare i veri prezzi della merce potrebbe essere utile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.