fbpx
Sport

La Fortitudo Agrigento in cerca del “riscatto”, Bell-Holter: “vogliamo togliere l’amaro in bocca dopo la sconfitta di domenica”

ciani_Bellholter1Torna al PalaMoncada di Porto Empedocle la Fortitudo Moncada Agrigento dopo la sconfitta di domenica scorso contro la Angelico Biella.

Per la quarta giornata del Girone Ovest della Regular Season di Serie A2 Citroën, i giganti biancoazzurri vogliono trovare il pronto riscatto davanti il proprio pubblico contro la Benacquista Latina.

In casa Agrigento c’è grande voglia di ripartire e su questo coach Ciani ha lavorato molto in settimana per cercare colmare quelle lacune e quegli automatismi che rendono sicuramente il roster siciliano una delle squadre più competitive della Regular Season. Un “meccanismo” ancora in rodaggio quello della Fortitudo che però mostra segnali di miglioramento evidenti nonostante la sconfitta di domenica scorsa che ha sicuramente messo coi piedi per terra l’intera squadra.

Stamani, nel corso di una conferenza stampa, presenti il coach dei “giganti” di Agrigento, Franco Ciani ed il centro americano Damen Bell-Holter.

Rispetto alle prime settimane – afferma Damen Bell-Holtervi sono cose da migliorare soprattutto nei rimbalzi, nelle palle perse e nell’avere più cura del pallone per un maggiore gioco di squadra. Su questo stiamo lavorando molto per cercare di ragionare con meno palleggi e più passaggi per un gioco collettivo. Domenica vogliamo togliere l’amaro in bocca della sconfitta contro Biella“. Il campionato italiano rispetto a quello Finlandese? “Le differenze ci sono – sottolinea l’americano – perché ogni squadra ha ottimi tiratori, ottimi lunghi sia italiani che stranieri; il coach quando prepara le partite fa notare i giocatori d’esperienza con un livello sicuramente molto più alto anche a livello di organizzazione rispetto alla lega finlandese“. 

Sulla partita di Biella poi Damen Bell-Holter afferma: “In queste partite in trasferte abbiamo avuto un approccio alla partita con una bassa intensità ed è un problema che dobbiamo risolvere al fine di giocare tutti i 40 minuti alla stessa maniera, anche perché quando le squadre di casa prendono ritmo e fiducia è sempre molto difficile andare a riprendere. A Biella ad esempio dopo pochi minuti eravamo sotto di 10“.

Il processo di assemblaggio del collettivo – afferma coach Franco Cianiquest’anno è sicuramente più lento rispetto al passato anche perché il contesto generale comporta una maggiore lentezza nell’inserimento dei giocatori. Quest’anno abbiamo sei giocatori nuovi. E’ chiaro che i margini di miglioramento ci sono in quanto sappiamo la qualità dei nostri giocatori. Vorremmo essere più avanti e solidi e consolidati nelle nostre cose. Dobbiamo trovare continuità di gioco e trovare risultati positivi per rimane nel gruppo. Siamo indietro rispetto a quello che pensavamo, soprattutto con Biella abbiamo fatto passi indietro sui quali dobbiamo ripartire“.

Noi oggi siamo considerati una delle squadre di prima fascia di questo campionato – sottolinea Ciani – e la cosa ci fa piacere e ci inorgoglisce. E’ però un elemento che ci mette pressione rispetto agli anni passati dove eravamo considerati fra le ultime e probabilmente era più semplice gestire le emozioni. Quest’anno abbiamo responsabilità diverse ogni settimana. La Regular Season quest’anno conta ottime squadre, dal grande equilibrio e ogni anno è sempre più difficile. Oggi qualsiasi partita parte con qualsiasi risultato possibile e questo apre lo scenario di un’esaltante stagione“.

Contro Biella l’aspetto difensivo, che invece si era mostrato solido nelle prime due gare, è stato un elemento circoscritto ma che purtroppo si è mostrato determinante per l’andamento della gara. Nei primi minuti abbiamo subito 12 punti, anche se nei 40 minuti siamo tornati nella media e nei nostri obiettivi tattici. Siamo ancora la migliore difesa del nostro girone“.

Sulla partita di domenica contro Latina, il coach biancoazzurro afferma: “Mi aspetto una reazione come abbiamo avuto contro Roma soprattutto sotto il profilo caratteriale. Con Agropoli siamo scesi sul parquet e abbiamo imposto ritmi e scelte tattiche che mi aspetto essere nei nostri obiettivi per la partita di domenica prossima. Latina è sicuramente galvanizzata da questo loro ultimo risultato positivo; è una squadra che ha talento e gioca una buona pallacanestro. Mi aspetto l’ennesima battaglia. Nella loro squadra c’è grande fisicità e grande atletismo, con due americani che producono molti punti, quindi avremo bisogno di un’altra partita da squadra“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.