fbpx
Sport

La Fortitudo Moncada non riesce nell’impresa: derby a Trapani – FOTO

martin schiacciaVa alla Lighthouse Conad Trapani l’atteso “derby” siciliano contro la Fortitudo Moncada Agrigento.

Finisce con il risultato di 69 a 79 l’ultima gara “casalinga” dei “giganti” biancoazzurri prima dei play-off, al termine di una esaltante sfida che ha regalato non poche emozioni.

Al PalaMoncada di Porto Empedocle, per la 29^ giornata della Regular Season di Serie A2-Girone Ovest, dinnanzi ad un palazzetto delle “grandi occasioni”, la Fortitudo Moncada Agrigento dopo un secondo quarto da dimenticare ha mostrato una prestazione “superba” che non è bastata però a condurre Agrigento alla vittoria.

Folta la partecipazione dei tifosi “granata” che hanno voluto accompagnare i propri beniamini in questa delicata trasferta.
Due formazioni che, prima della gara odierna, nelle ultime tre partite hanno mostrato lo stesso tabellino di marcia con due vittorie e una sconfitta rimediata la scorsa settimana; la Fortitudo Moncada, reduce da una brutta prestazione contro Reggio Calabria e Trapani che è uscita sconfitta, per un solo punto (73-74 ndr), contro Rieti.
Due roster che, in questo campionato, hanno mostrato valore e soprattutto voglia di fare il grande passo verso la massima serie.

La cronaca della partita ha visto la squadra casalinga scendere sul parquet con il quintetto base composto da: Eatherton, Martin, Piazza, Saccaggi e Evangelisti. Per i biancoazzurri ancora indisponibile il capitano Albano Chiarastella; la sua sarà una lunga assenza a causa di alcuni problemi al braccio sinistro.

La Lighthouse Conad Trapani di coach Vincenzo Ducarello risponde con: Mays, Viglianisi, Renzi, Okoye e Ganeto. Come già preannunciato, indisponibile Taylor Griffin (problema al tendine del ginocchio destro), mentre coach Ducarello potrà contare sul recupero di Claudio Tommasini dopo la lesione al tendine peroneo piede sinistro.
È al capitano “biancoazzurro” che l’intero PalaMoncada, prima dell’inizio della gara, ha voluto attribuire un segnale di vicinanza e affetto “sventolando” dei cartelli con l’hashtag #AC12.

Parte bene il quintetto di coach Ciani, che sceglie Martin nel ruolo solitamente ricoperto da Chiarastella. Una scelta tattica azzeccata visto che l’americano riesce bene a tenere il parquet e impensierire i granata. Una partita equilibrata giocata punto su punto con un’ottima prestazione di Okoye. Per i biancoazzurri è Eatherton che parte con il “turbo” mostrandosi un vero “muro” per la difesa avversaria e sempre pronto sotto il canestro.

All’inizio del secondo quarto la squadra casalinga soffre la pressione degli avversari che si portano subito ad un più 11 grazie ai punti di Chessa e Okoye. La Fortitudo soffre dalla lunga distanza, vero punto di forza della Lighthouse Conad. Nei primi 20 minuti di gioco solo 2 tiri dai tre punti (Chiarastella e Saccaggi ndr) su ben 16 tentativi; dato statistico che testimonia la scarsa realizzazione da parte dei ragazzi di coach Ciani. Nei secondi 10 minuti i “giganti” non riescono a contenere la fisicità dei granata che chiudono con un vantaggio di 18 punti.

Nel terzo quarto è subito Piazza a mettere a segno una tripla nel tentativo di un recupero sperato, e voluto. Agrigento che sembra più aggressiva con un pressing continuo sull’attacco granata che comunque riesce a contenere la dinamicità biancoazzurra. Squadra che sembra rinata quella di Agrigento che riapre la partita portandosi ad un meno 6, che ha visto però l’immediata reazione dei granata. È Evangelisti a prendere le redini della squadra che resta comunque, nella prima mezz’ora di gioco, con uno svantaggio di 10 punti.

Negli ultimi 10 minuti è grande basket con due squadre che si affrontano a viso aperto con Agrigento che con Piazza e Saccaggi ha iniziato a far “paura”. Una grande rimonta per la squadra di coach Ciani che dopo uno svantaggio di ben 18 punti è riuscita nell’impresa di portarsi in vantaggio con uno strepitoso Kelvin Martin. Partita che nel finale si è giocata punto su punto, ma la tripla di Mays con fallo subito ha portato i granata ad un più 5.

Fortitudo Moncada Agrigento – Lighthouse Conad Trapani 69 – 79 (21-20; 9-28; 20-12; 19-19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.