fbpx
Salute

La panacea per essere in buona salute? L’ attività fisica, parola dell’Oms

oms20 minuti di attività fisica al giorno tolgono il medico di torno”!

può riassumersi così ciò che è stato messo in evidenza al convegno “Strategia per l’attività fisica per l’Europa”, 2016-2020 svoltosi a Roma, organizzato dall’Unione italiana sport per tutti. In Particolare l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato un documento di circa 60 pagine, in cui si può trovare tutto ciò che riguarda le ricadute positive sulla salute che pochi minuti al giorno di attività fisica possono regalare!

Obesità, diabete, ipertensione, sono solo alcuni dei “malanni” dovuti alla cattiva alimentazione e alla sedentarietà, e il tutto, oltre a “pesare” sulla salute degli individui, grava anche sulla spesa pubblica. La poca attività fisica genera, infatti, gravi costi per il sistema sanitario oltre ai costi diretti per i ricoveri ospedalieri, interventi chirurgici o farmaci: ci sono le inabilità al lavoro, i congedi malattia e per assistere i malati.

Bisogna guardare in faccia la realtà, seppur possa apparire crudele: la vita sedentaria è la diretta causa del 10% dei tumori del colon, del 9% dei tumori al seno, del 5% delle patologie coronariche e del 7% dei diabeti di tipo 2. In molti paesi negli ultimi decenni sono aumentate le percentuali relative al numero di persone sovrappeso e obese. In 46 Paesi, che rappresentano 87% dell’Europa, più della metà degli adulti è in sovrappeso o obeso, in alcuni Paesi si sfiora il 70% della popolazione adulta.

Tra tutti questi numeri un primato lo abbiamo noi italiani che risultiamo i più sedentari d’Europa. Dopo i 15 anni solo 4 su dieci praticano qualche sport. La maggioranza degli adolescenti non rispetta i livelli raccomandati dalle linee guida OMS. Childhood Obesity Surveillance Initiative, iniziativa per il monitoraggio dell’obesità infantile effettuata in Europa dall’OMS ha riscontrato che in alcuni stati circa il 50% di bambini di otto anni è sovrappeso mentre il 25% è obeso. Dal documento “Praticare livelli adeguati di attività fisica è condizione necessaria allo sviluppo di basilari capacità cognitive, motorie e sociali, nonché alla salute dell’apparato osteo-muscolare in età infantile”.

Le soluzioni concrete OMS sono definite sui tre livelli di età e raccomandano per anziani ed adulti di praticare almeno 20 minuti al giorno di moderata attività fisica, per i bambini almeno 60 minuti da moderato fino ad intenso.

Il primo passo da fare dunque, è abbandonare la poltrona, i mezzi di trasporto e cominciare a muoversi. Il secondo passo è quello di adeguare le città al culto per il benessere per fungere da sprone ad acquisire comportamenti più salutari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.